Cabtutela.it
acipocket.it

Per il Consiglio di Stato i dubbi sulla costituzionalità della riforma delle banche popolari non sono infondati, per questo ha sospeso l’efficacia della circolare con la quale Banca Italia aveva bloccato il diritto di recesso dei soci degli istituti di credito obbligati a trasformarsi in società per azioni (spa). Ora, quindi, toccherà alla Corte Costituzionale esprimersi e, se dovessero essere individuati profili di illegittimità, i soci delle popolari che non vogliono diventare azionisti potranno chiedere  il rimborso. A sollevare i dubbi sulla costituzionalità della riforma erano state le associazioni dei consumatori e diverse centinaia di soci in tutta Italia. La decisione riguarda, ovviamente, anche la Banca popolare di Bari che, una settimana fa, ha deliberato sulla trasformazione in s.p.a. e ha fissato il valore di recesso a 7,50 euro per azione. Se fosse confermata l’eliminazione del blocco di diritto di recesso le banche potrebbero ritrovarsi migliaia di soci in fila per vendere le loro quote. Basti pensare che solo nel caso di Banca Popolare di Bari si parla di circa 69mila soci.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui