Cabtutela.it
acipocket.it

La Banca Popolare di Bari conferma l’assemblea per la trasformazione in Spa in agenda per il prossimo 27 dicembre ma, allo stesso tempo, guarda ad una eventuale proroga dei termini fissati al 31 dicembre. “Pensiamo che, più che altro, il governo potrebbe varare una proroga dei termini di trasformazione. Se c’è una proroga c’è più tempo per cercare di capire quello che è stato deciso in questi giorni”, spiega a margine dell’esecutivo dell’Abi il presidente del’istituto popolare, Marco Jacobini.\r\n\r\nQuanto all’ipotesi che si possa elevare la soglia degli attivi (ora è a 8 miliardi) Jacobini replica che, “se dovesse essere alzata, la banca la valuterà” ma “in questo momento, credo sia difficile”. In merito invece ad un proroga dei termini e a un slittamento dell’assemblea Jacobini replica che “sicuramente dobbiamo andare avanti per capire cosa dire ai soci. C’è il problema del recesso che è molto dibattuto”. Temete che la Corte Costituzione possa accogliere quanto indicato dal Consiglio di Stato sul recesso? “È un problema talmente di Corte costituzionale che noi che, siamo piccoli e viviamo a Bari, non lo valutiamo nemmeno, saranno loro a deciderlo. Noi siamo ovviamente in una situazione di tranquillità se la tranquillità porterà ad un emendamento che dia chiarezza”, rileva il presidente della Popolare di Bari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui