Cabtutela.it

La qualità della ricerca a Bari è sempre più eccellente. A confermarlo sono i primi dati, presentati oggi a Roma, dell’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, che attestano valori in crescita per l’Ateneo e il Politecnico barese.\r\n\r\nNegli ultimi quattro anni – dal 2011 al 2014 – la qualità della ricerca per i due enti universitari è cresciuta rispettivamente del 10 per cento e del 12 per cento rispetto al precedente quadriennio. Un riconoscimento che si traduce anche in un “bonus” economico: sul vqr – la valutazione della qualità della ricerca – si basa l’indicatore Iras 1, ovvero la quantità di denaro del Fondo ordinario di finanziamento delle Università che ciascuna struttura ottiene. Gli enti universitari baresi potranno così ricevere una cospicua parte degli 1,4 miliardi messi a disposizione.\r\n\r\nGli altri risultati in Puglia\r\n\r\nTra le 94 università statali e non statali, i 12 enti di ricerca vigilati dal Miur e i 26 enti volontari presi in esame , ci sono anche le altre università pugliesi, che non hanno però ottenuto buoni risultati a differenza dei colleghi baresi. Foggia e Lecce, ad esempio, chiudono entrambe con un segno negativo: rispettivamente -11 per cento e -4 per cento.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui