Cabtutela.it
acipocket.it

È da poco passata la mezzanotte quando quattro soggetti, camuffati da passamontagna, fanno irruzione all’interno di una sala slot di Via Napoli, in quel momento poco affollata. I malviventi – armati con una mitraglietta e due pistole – sotto la minaccia delle armi, rapinano il cassiere di quattromila e settecento euro. I quattro si danno quindi alla fuga per le vie limitrofe, anticipando solo di pochi istanti i carabinieri di Bari che – allertati immediatamente dalla centrale operativa del capoluogo – si precipitano a sirene spiegate. Sarà grazie alla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza che i militari riusciranno, in pochi minuti, a ricostruire le fasi dell’assalto e a dare un’identità ai quattro.\r\n\r\nUna pattuglia in circuito vede infatti un gruppetto di giovani confabulare con atteggiamento sospetto in un luogo appartato. Uno di loro si da subito alla fuga. Alcuni di essi indossano indumenti corrispondenti a quelli immortalati poco prima nei fotogrammi visionati. Durano poco le indicazioni fuorvianti di due di loro, che alla fine si contraddicono. Un 17enne e un 20enne vengono pizzicati poco dopo essersi spogliati solo di alcuni degli indumenti utilizzati per la rapina. Un 15enne, viene invece prelevato a casa dove si era rifugiato. Il quarto invece, un sedicenne noto ai carabinieri, riesce a rendersi irreperibile. Sono in corso le ricerche delle armi utilizzate e del denaro.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui