Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Non basta il cuore e una disposizione di gioco ordinata per avere la meglio sulla Spal, bella rivelazione del campionato: il Bari di Colantuono dà tutto quello che ha, ci mette grinta e determinazione, ma in questo momento non ha la forza per sfoderare la zampata vincente al fine di entrare in zona play off. L’1-1 finale fotografa la grinta di Basha e compagni, insieme alle lacune in fase di finalizzazione.\r\n\r\nIn una sfida cruciale i pugliesi non brillano per creatività offensiva, anche per la riuscita marcatura dei ferraresi su Brienza, unico elemento in grado di dare imprevedibilità alla manovra. Pesano le assenze e i tanti giocatori acciaccati in campo (da Maniero a Tonucci).\r\n\r\nOra c’è la sosta e diventa decisiva la campagna di rafforzamento di gennaio: la classifica evidenzia un Bari a ridosso della zona che consente l’accesso agli spareggi promozione. La dirigenza del club deve tenerne conto e investire per assicurare a Colantuono un elemento per reparto in vista dello sprint finale del torneo.\r\n\r\nLa chiave tattica: approccio prudente, il rigore di Antenucci complica tutto\r\n\r\nColantuono aveva preparato la gara con cura, schierando il Bari con un 3-4-1-2, in modo da non concedere agli avversari ripartenze e superiorità a centrocampo. L’equilibrio è stato rotto da un rigore discutibile concesso alla Spal, ma ancora una volta Maniero e compagni non si sono disuniti, e hanno provato a pareggiare prima e a vincere nel finale la gara.\r\n\r\nPunto di forza: bene la difesa e la fase di contenimento e interdizione\r\n\r\nFedele e Basha hanno fornito una buona copertura al trio difensivo Tonucci-Capradossi-Di Cesare. Il Bari ha mostrato una innegabile solidità difensiva, anche per la generosità con cui Doumbia si applica nel contenere Lazzari.\r\n\r\nPunto debole: se non si illumina la lampadina di Brienza, l’attacco è prevedibile\r\n\r\nDe Luca lotta ma non porta fatturato, Maniero ha un ginocchio dolorante. Tocca a Brienza illuminare il gioco, e perciò Semplici lo fa marcare con grande attenzione. Da qui la sterilità conclamata del gioco offensivo biancorosso. Tra gli innesti risulta positivo Furlan (per il dinamismo), meno incisivo Castrovilli travolto nella confusione finale.\r\n\r\nLa curiosità: messaggio della curva nord alla dirigenza\r\n\r\n“Meritiamo di più”: questo il messaggio intonato dalla curva nord all’indirizzo di Giancaspro e Sogliano. In parole povere, la piazza si attende acquisti di peso per giocarsi fino a giugno tutte le carte possibili per la promozione nella massima serie.\r\n\r\n@waldganger2000


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui