Ginefra e Boccia verso il congresso: “Il Pd? Cardine di un nuovo Ulivo”

In vista del congresso, si iniziano a delineare posizioni e piattaforme programmatiche. Ecco il documento di due esponenti democratici pugliesi. Possibile una convergenza con Michele Emiliano

604
Francesco Boccia A Un Giorno Da Pecora
Francesco Boccia a Un Giorno Da Pecora

Caduto il governo Renzi, con l’esecutivo Gentiloni alla ricerca di un centro di gravitĂ  permanente, le correnti del Pd affinano le armi in vista di una prossima conta congressuale. Dalla Puglia arriva il monito dei parlamentari Francesco Boccia e Dario Ginefra perchĂ© il Partito democratico sia il motore di “un nuovo Ulivo”, che consolidi la formula di governo vigente in 17 regioni su 20.\r\n\r\nUn congresso aperto\r\n\r\nCon un documento firmato dai due Pd pugliesi, a cui si è unito il barese Francesco Laforgia (eletto in Lombardia) si auspica “un congresso aperto al Paese, alle comunitĂ  e ai gruppi rappresentativi di interessi collettivi, e non un terreno di competizione e di conquista, esposto alle scorribande dei signori delle tessere. Insomma, un congresso che rimetta il partito in moto, riscrivendo le regole della convivenza e facendo pesare la necessitĂ  di una ricostruzione del tessuto organizzativo”.\r\n\r\nLa rottura rispetto al recente passato\r\n\r\n”Ci auguriamo – è scritto nella nota – che da questo congresso emerga un disegno di partito diverso rispetto ai meccanismi ai quali siamo stati finora abituati. Non piĂą il partito del leader che procede in assenza di segreterie, ma il partito che sa essere comunitĂ  operosa e solidale. Non piĂą prateria assaltata dalle correnti e dagli individualismi, ma laboratorio permanente di idee in cui venga rifondato il senso della militanza”.\r\n\r\nL’orizzonte valoriale\r\n\r\nInfine il richiamo prodiano all’Ulivo: “Sul versante degli orizzonti valoriali della coalizione che dovremo costruire, noi continuiamo a scommettere sulla necessitĂ  di un “nuovo Ulivo”. Un’idea che non è certo estemporanea e che scaturisce dall’ovvia constatazione che oggi governiamo la stragrande maggioranza delle Regioni (17 su 20) e la gran parte delle cittĂ  all’interno di un raggruppamento che ci vede saldamente ancorati alla formula del centrosinistra”.\r\n\r\nLa sintonia con Michele Emiliano\r\n\r\nNel richiamo ai modelli di centrosinistra di governo nelle regioni c’è una sottintesa sponda a Michele Emiliano, leader dell’opposizione interna che potrebbe contribuire a modificare gli equilibri interni del partito, erodendo consensi alla maggioranza renziana.

Ti potrebbero interessare...


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here