Cabtutela.it
acipocket.it

Il 24 marzo 2016 a Bari il giardino di villa Capriati e l’annessa cascina del custode sono stati riaperti dall’iniziativa di studenti e studentesse, lavoratori e lavoratrici precari/e, migranti e nativi, dopo anni di indecoroso abbandono da parte delle istituzioni. È nato così lo spazio di mutuo soccorso Bread&Roses.

\r\n

Nei primi mesi sono stati avviati e portati a termine i primi lavori di pulizia del giardino, che da vera e propria giungla si è trasformato nell’unico luogo verde aperto al quartiere, e di riqualificazione della casetta. Tutto è stato svolto in autofinanziamento e in autorecupero, consapevoli del valore e dell’efficacia che questo esercizio concreto di una maniera altra di prendersi cura di un “bene comune” esprime. Bread&Roses è divenuto un luogo in cui si pratica il mutuo soccorso, che ospita mercatini di autoproduzioni solidali e naturali, piazze del baratto, un centro di distribuzione dei prodotti FuoriMercato, assemblee ed iniziative aperte, corsi di autoformazione, cineforum, un’osteria popolare e meticcia e tanto altro. Non solo. A Bread&Roses si sperimenta una democrazia vera, costruita dal basso, nella quale le decisioni vengono prese collettivamente nelle assemblee settimanali aperte ai contributi, gestite in forma condivisa e diretta, senza deleghe. È quindi divenuta una Casa, un punto di riferimento possibile e praticabile per quanti avevano e hanno bisogno di uno spazio, fisico e sociale, per condividere saperi ed esperienze, mettere in cantiere iniziative e progetti per una città che, anche sotto questo profilo, è carente e distratta.

\r\n

Tutto questo nonostante la mancanza di utenze minime necessarie, quali acqua e luce, che limita non poco le potenzialità e i sogni che Bread&Roses coltiva (tra i tanti, una sartoria sociale). Queste utenze, che possono essere attivate solo a seguito dell’assegnazione formale dello spazio da parte dell’amministrazione, ad oggi non sono ancora disponibili.

\r\n

Per questo, chiediamo con forza alla Città Metropolitana di procedere all’assegnazione, garantendo la partecipazione delle realtà che stanno vivendo e costruendo Bread&Roses. Perché vogliamo il pane ma anche le rose e per l’uno e l’altra acqua e luce sono necessari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui