aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

Una storia di bullismo e di adolescenza, girata nel quartiere San Pio di Bari. Maria Grazia Cucinotta è tornata a Roma, dopo mesi di set pugliese, per presentare il suo “Il compleanno di Alice”. La proiezione è avvenuta in occasione del convegno del 7 marzo “No bullyng, no doping”, organizzato dall’Osservatorio nazionale Bullismo e Doping; insieme all’attrice e regista messinese, anche il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli e il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico.

“Il compleanno di Alice” è la storia di una ragazzina vessata ogni giorno dai compagni di scuola, le cui richieste d’aiuto scompaiono nell’apparente indifferenza dei genitori. Il suo sogno è semplice, come quello di molti bambini: festeggiare il suo compleanno con una grande torta, circondata dalle persone a cui vuole più bene. “L’idea di questo cortometraggio – ha spiegato l’autrice – è nata perché, avendo una figlia adolescente, sento continuamente bambini che raccontano di questi atti di violenza. E nei loro racconti sento anche la loro disperazione e purtroppo quasi nessuno presta loro attenzione. Da questo mi è venuta la motivazione di realizzare questo mini film”.

Il cortometraggio è stato realizzato con la collaborazione dell’Accademia del cinema dei ragazzi di Enziteto. Pugliese il cast tecnico, dunque, ma anche il cast artistico: a interpretare i genitori di Alice, la molfettese Luisa Moscati e il barese Mingo Depasquale. Il corto è stato scritto dalla sorella della regista, Giovanna Cucinotta e prodotto da Giulio Violati per “Seven Dreams Productions” e Corrado Azzollini per la pugliese “Draka production”, con un contributo della Regione Puglia. Oltre a San Pio, il set della Cucinotta ha interessato anche Giovinazzo e Molfetta.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui