Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Si terrà questo pomeriggio, a partire dalle 18.30, in piazza Mercantile il gran concerto bandistico Enrico Annoscia Città di Bari. All’interno di una tradizionale cassa armonica, simbolo identitario di una tradizione secolare meridionale, l’orchestra diretta dal maestro Vito Vittorio Desantis eseguirà per tutti gli appassionati della musica di tradizione un ricco repertorio musicale suddiviso in due tempi di esibizione.

Sarà proposta un’accurata selezione di marce sinfoniche, quasi tutte di autori pugliesi, che costituiscono un patrimonio unico per l’Italia meridionale, indissolubilmente legato alle varie feste patronali del nostro territorio, e a seguire, nel solco della tradizione, una carrellata di celebri arie d’opera trascritte per banda per arrivare al finale con colonne sonore di autori che costituiscono l’eccellenza compositiva italiana.

L’evento, patrocinato dall’assessorato alle Culture del Comune di Bari, che consentirà agli ospiti delle delegazioni governative del G7 di apprezzare una peculiarità tipica del tessuto socio-culturale del Sud Italia, è stata presentato questa mattina a Palazzo di Città dal maestro Gaetano Piscopo, presidente dell’Officina Orffiana delle Arti e curatore dell’evento, e dall’assessore alle Culture Silvio Maselli

“Il Gran concerto bandistico Enrico Annoscia- ha spiegato Gaetano Piscopo – si propone di recuperare la nostra tradizione barese bandistica. Ricordiamo che Bari aveva una cassa armonica in piazza Prefettura e due giorni alla settimana, il giovedì e la domenica, vi si tenevano concerti bandistici. Il progetto punta alla riscoperta degli autori baresi in una prospettiva innovativa, perché la tradizione bandistica è un modo per stare insieme e per socializzare. Un’occasione riscoprire l’importanza dello stare insieme, di essere città e cittadini”.

“Il concerto durerà due ore e trenta minuti e avrà un ricco repertorio musicale – ha proseguito Vito Vittorio De Santis -. C’è stata la precisa volontà di scegliere tra quella che è la parte più importante e rappresentativa dell’identità culturale meridionale: una prima corposa parte del concerto si concentrerà sulle marce sinfoniche, tipico patrimonio italiano di cui siamo orgogliosi e che vogliamo valorizzare. La seconda parte passerà in rassegna alcune delle arie più celebri del melodramma italiano per poi toccare l’operetta e le colonne sonore dei grandi autori che sono l’eccellenza del patrimonio internazionale, Ennio Morricone e Nino Rota, che ha un legame particolare con la città di Bari”.

“Le nostre città, i nostri paesi – ha concluso Silvio Maselli – sono da secoli arricchiti da una cultura musicale diffusa e questo maggio, per la prima volta, dopo anni, siamo riusciti a riposizionare una cassa armonica in piazza Mercantile lì dove un tempo campeggiava. Grazie ai maestri concertatori faremo riascoltare le note delle tradizioni bandistiche meridionali e italiane, insieme alla famose arie d’opera e alle composizioni del nostro grandissimo Nino Rota e di Ennio Morricone a beneficio dei cittadini residenti, dei turisti e dei nostri ospiti speciali del vertice G7”.

L’iniziativa è stata promossa dall’Officina Orffiana delle Arti in collaborazione con Viktor Ottolino, delegato della Federazione delle Bande Pugliesi.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui