lapugliativaccina.regione.puglia.it

Tre famiglie baresi (Carnimeo, Gaeta e Castellano) il 12 luglio di un anno fa hanno perso un loro caro nel disastro ferroviario sulla linea Andria – Corato. Ieri l’associazione dei parenti delle vittime ha polemizzato con il sindaco Antonio Decaro per non aver previsto neanche una targa in ricordo delle vittime nella città capoluogo. “Un simbolo – si legge nella nota – che avrebbe dovuto ricordare per sempre che la sicurezza é un diritto del cittadino. Il Comune di Corato e il suo sindaco Massimo Mazzilli hanno dato una lezione di vita a tutti i sindaci dei comuni colpiti dal tragico lutto,  non solo perché verrà scoperta una targa commemorativa, ma verrá anche intitolata una piazza in onore dei nostri angeli”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui