La Puglia potrà scegliere due aree portuali da adibire a Zone economiche speciali, Zes: è quanto previsto nel nuovo decreto “Mezzogiorno” attualmente all’esame del Senato. Un vantaggio riconosciuto solo alla Puglia e alla Sicilia e che evita la “guerra dei porti” tra Bari e Taranto.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Le Zone economiche speciali prevedono, infatti, il riconoscimento di una serie di vantaggi normativi e fiscali alle imprese che si insediano nel loro perimetro, che coincide con un porto e un retroporto, e quindi un trattamento più favorevole rispetto a quello ammesso dalle Zone franche.

Se l’emendamento dovesse essere confermato, per i porti di Taranto e Bari si tratterebbe di una bella boccata di ossigeno. Le Zes saranno avviate gradualmente e tra le prime che entreranno in funzione ci sarà quella del porto di Gioia Tauro, anche perché la Regione Calabria già da tempo sta lavorando su questo tema.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here