Cabtutela.it
Aproli

Padre e figlia morti per avvelenamento da tallio, un metallo contenuto nei topicidi. Tutto p cominciato domenica sera quando due sorelle di 62 e 58 anni di Nova Milanese hanno cominciato a sentirsi male e sono state ricoverate nell’ospedale di Desio. Qui la 62enne, Patrizia del Zotto, ha avuto un arresto cardiaco, subito scongiurato. Dalla diagnosi è risultato che sono state avvelenate da tallio, contenuto solitamente negli escrementi dei colombi e nei topicidi. A distanza di poche ore la 62enne si è aggravata ed è morta. A poche ore di distanza dal decesso, è morto anche suo padre, Giovanni Battista Del Zotto, di 94 anni. Anche nel suo sangue erano presenti tracce dello stesso metallo pesante. L’anziano è arrivato all’ospedale di Desio nel pomeriggio di ieri, in condizioni disperate, dovute a patologie croniche di cui soffriva da tempo. Sua moglie, di poco più giovane, è stata a sua volta ricoverata a Desio con medesimi sintomi da avvelenamento, mentre migliorano le condizioni dell’altra figlia 58enne, a sua volta ricoverata. I carabinieri di Desio, in collaborazione con i colleghi di Latisana (Udine), oltre a ulteriori verifiche nel fienile infestato da piccioni dove la famiglia ha trascorso qualche giorno, stanno effettuando test su un pozzo artesiano nel cascinale di proprietà dei Del Zotto a Varmo (Udine), oltre che nella cucina e su alcuni alimenti conservati in casa.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui