Cabtutela.it
acipocket.it

Soffrire, andare in svantaggio, poi rimontare e vincere. Roba da squadre con la “S” maiuscola, roba da uomini che sanno giocare a calcio, per usare le parole di Fabio Grosso. Roba da Bari contro l’Avellino: è finita 2-1 al San Nicola, con Improta e Galano (su rigore) che hanno vanificato la rete di Kresic al 20′ della ripresa. Sette minuti più tardi il risultato era già stato ribaltato. “Abbiamo dimostrato, nonostante il gol subito, lo spirito di questa squadra – spiega Luca Marrone, difensore del Bari – siamo stati sempre uniti e compatti. Siamo contenti di questa vittoria e per come è arrivata, col sudore di tutti, da chi è sceso in campo a chi è rimasto in panchina. Personalmente ho trovato un equilibrio e voglio continuare con queste prestazioni: penso come i miei compagni a lavorare giorno per giorno e a migliorare. Moralmente sono tre punti che ci fanno bene perché dopo La Spezia avevamo voglia di riscatto. Oggi abbiamo fatto tutti una grande partita, dando anche un pizzico in più. Abbiamo sentito molto i nostri tifosi che sono meravigliosi e caldissimi, la vittoria è per loro”.

“Faccio i complimenti ai ragazzi – ha detto invece Fabio Grosso, allenatore del Bari – sono stati fantastici. Hanno dimostrato di aver voglia di andare oltre i nostri limiti, volendo vincere una partita difficile in un momento di difficoltà. Complimenti e andiamo avanti così. Purtroppo è una vittoria che vale come le altre: tre punti. Al di la del risultato, però, sono contento della prestazione e di quanto abbiamo messo in campo. Il rigore? Non commento gli episodi in positivo e in negativo. Siamo stati bravi a non perdere l’equilibrio mentale e a giocarcela fino alla fine supportati da un pubblico eccezionale. L’unico modo che abbiamo per ripagarli di questo calore sono le vittorie. Come quella di oggi”.

Grosso si concede un’eccezione alla sua regola di non elogiare mai i singoli: “Sapete che per me è importante il gruppo. Tuttavia, se oggi dovessi fare due nomi, direi Morleo e Cassani. Due ragazzi, con carriere lunghe, non molto impiegati, ma che hanno risposto ‘presente’ in un momento di grande emergenza. Un segnale importante di un gruppo composto da uomini che sanno giocare a calcio”.

Debutto con vittoria per la nuova maglia firmata Peroni 3.5. “Non solo fortuna, ma pura passione quella che Peroni 3.5 ha infuso ad Fc Bari 1908 nella gara casalinga contro l’Avellino. Il presidente Giancaspro aveva espresso il desiderio di vedere un Bari ‘a tutta birra’ per dare una svolta al campionato – è il messaggio diramato dal nuovo sponsor biancorosso – e la risposta positiva è arrivata dal campo. Buona la prima, dunque, nella speranza che lo sia anche la seconda e le gare a venire”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui