Traccia un bilancio delle attività del primo Municipio, Fabiana Mercurio, consigliera di opposizione. “Un bilancio negativo: consigli municipali convocati solo ed esclusivamente d’urgenza o per ratificare scelte imposte dal Comune, senza alcuna condivisione con i consiglieri di quartiere, con l’aggravante che quelle poche decisioni prese dal municipio non sono state mai attuate”.

Tra gli esempi c’è la passerella pedonale di viale imperatore Traiano.  “I lavori – spiega Mercurio –  sono stati più volte annunciati dalla Paparella e Galasso, finanche in Parrocchia, ma che ad oggi non sono ancora iniziati. Eppure quel rifacimento è stato deliberato nel lontano 2014”. Ed ancora il rifacimento di piazza Disfida di Barletta, anche esso deliberato due anni fa, e mai avviato. “A questo – prosegue – si aggiunge tutta la questione della viabilità dei quartieri Madonnella e Libertà: oggetto di diversi incontri improduttivi con il dirigente Laricchia e con l’assessore Galasso. Sono anni che lotto per una regolamentazione delle postazioni dei cassonetti della differenziata, proprio rispetto a come occupano i posti auto; anni che lotto per una giusta regolamentazione dei posti di carico e scarico, battaglia solo parzialmente vinta rispetto alla recente modifica degli orari, ma solo nel quartiere Madonnella; anni di battaglie per lo stato di abbandono in cui versa l’intero quartiere Libertà.  A tal proposito, devo denunciare ad alta voce che questa amministrazione  si illude di riqualificare un intero  quartiere come il Libertà solo rifacendo il giardino dedicato a Bucci, o solo chiudendo una strada in attesa del rifacimento della piazza. Sfugge a Paparella e Decaro che il Libertà meriterebbe interventi più mirati e urgenti: rifacimento marciapiedi e illuminazione; rifacimento zone a verde; controlli in tutti i bassi affittati senza che vi siano le regolari condizioni igieniche; lotta al bullismo e alla microcriminalità senza remore e senza affidarsi solo all’operato dei Salesiani. Occorre la presenza delle istituzioni, tutte e non solo per tagliare i nastri. Penso  – prosegue – anche a via Manzoni : una via dello shopping abbandonata a qualche réclame senza risultati dell’assessore al Commercio”.

Tra le battaglie della consigliera spicca quella sulla regolamentazione della vita nella zona Umbertina. “Sono mesi, infatti, – continua –  che mi faccio portavoce delle istanze del comitato di zona, dove i residenti giustamente lamentano la mancanza di controlli nei giardini del lungomare sia per quanto riguarda lo spaccio di stupefacenti sia per quanto riguarda l’inquinamento acustico.  Anche in questo caso l’amministrazione centrale è sorda alle proteste dei residenti, ma quel che è peggio che anche il municipio ha recentemente votato a maggioranza dei suoi componenti per l’inutile proroga della chiusura di via Bozzi. Tutte scelte assunte a vantaggio di pochi e contro l’interesse di molti”.

Ed ancora Torre a Mare dove restano i problemi legati all’immondizia per strada e l’assenza di zone verdi per i più piccoli.

“Le strutture sportive sono in stato di abbandono da anni, e se vedranno qualche riqualificazione sarà solo per spendere qualche soldo in più del credito sportivo da poco di interesse di questa Amministrazione. Resta il problema di tutto l’abbandono del lungomare a sud denunciato da anni da me e dalla collega Melini – conclude –  infine, visto che i problemi sono sotto gli occhi di tutti, devo denunciare come l’incapacità amministrativa di questa maggioranza di centro sinistra derivi soprattutto dalle spaccature interne al Partito democratico e dei movimenti che lo sostengono. Sono più le volte che la Paparella non ha la maggioranza per votarsi le delibere da loro volute, rispetto alle volte in cui proprio la presidente porta a casa un risultato dignitoso per il territorio.  Posso solo augurarmi che quei pochi colleghi che noto essere legati ai quartieri abbiano alla fine un moto di orgoglio e mandino a casa questa maggioranza farlocca”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.



caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here