Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

A partire da giovedì 11 gennaio ripartirà regolarmente il servizio di trasporto scolastico in favore degli alunni disabili residenti nel territorio metropolitano e frequentanti le scuole secondarie di secondo grado.

La Città metropolitana ha ripristinato, in breve tempo, il servizio momentaneamente sospeso a causa di un imprevisto burocratico relativo all’aggiudicazione definitiva della gara. Il servizio interessa circa 125 alunni disabili provenienti dal Comune di Bari e da alcuni Comuni dell’area metropolitana e sarà attivo fino al termine dell’anno scolastico.

“Per limitare al minimo i disagi alle famiglie e assicurare un servizio essenziale, quale il trasporto degli alunni disabili, in tempi brevissimi – afferma il consigliere metropolitano delegato ai servizi alla persona, Giuseppe Valenzano –  ci siamo attivati con gli uffici competenti per risolvere l’imprevisto burocratico che aveva determinato l’impossibilità di procedere all’aggiudicazione definitiva della gara e che ha impedito l’attivazione del servizio in questi due giorni. Il trasporto scolastico dei disabili sta a cuore alla Città metropolitana tant’è che, grazie ad una interlocuzione costante da tempo avviata con le associazioni e con le famiglie degli utenti, siamo riusciti a garantire il servizio sin dall’inizio dell’anno scolastico senza ritardi nè disguidi –  continua Valenzano -, adempiendo ad una funzione di competenza della Regione Puglia svolta, in avvalimento, dalla Città Metropolitana. Nella giornata di domani tutte le famiglie e le scuole interessate saranno contattate e informate della ripresa del servizio. Purtroppo, il disguido verificatosi non era prevedibile e abbiamo cercato a stretto giro di risolvere il problema. Continueremo a porre in essere ogni sforzo per garantire il diritto all’istruzione e all’integrazione per gli studenti disabili”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui