Questa mattina il consiglio di indirizzo della Fondazione Petruzzelli ha ratificato quello che è da considerarsi a tutti gli effetti un epilogo positivo dopo mesi di impegno della magistratura, degli enti fondatori e dei vertici della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli, circa le note vicende di corruzione che avevano colpito la fondazione nel 2016

È di oggi, infatti, la notizia che tre imprenditori coinvolti hanno risarcito il Teatro dei danni subiti. La cifra complessiva del risarcimento ammonta a circa 90mila euro, somme che, su impulso del presidente Antonio Decaro, saranno impiegate per l’organizzazione di attività culturali, curate dalla Fondazione Petruzzelli e realizzate nei territori periferici della città.

“Questo è un passo importante per riabilitare l’immagine e il lavoro della Fondazione e del Teatro Petruzzelli, oltre che un risarcimento dovuto alla città – spiega Decaro-. Perché siamo convinti che la legalità non si debba difendere solo per strada, chiamando alla battaglia quotidiana i cittadini contro la criminalità organizzata. La legalità è un valore che tutti dobbiamo perseguire, a cominciare dalle istituzioni e dai luoghi in cui le istituzioni hanno il dovere di esercitare il proprio controllo. Per questo è giusto combattere la corruzione in qualsiasi luogo o forma essa si presenti. La battaglia intrapresa qualche anno fa contro i cosiddetti colletti bianchi che hanno lucrato sui fondi e sul lavoro della Fondazione, oggi segna un risultato importante a favore della città e su questa strada continueremo. Proprio perché chi ha pensato di arricchirsi alle spalle del Teatro Petruzzelli ha sottratto un pezzo di arte e cultura alla città, abbiamo deciso di utilizzare questi fondi per restituire arte e cultura a tutti i cittadini attraverso l’allestimento di spettacoli in tutte le periferie di Bari”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here