Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Oggi si è tenuta una prima commissione preliminare sul nuovo regolamento tasse. L’associazione studentesca Link è tornata alla carica proponendo un radicale abbassamento della tassazione.  “Come ogni anno l’amministrazione dell’Uniba ha convocato questa commissione, nella quale avanziamo proposte atte a rendere sempre meno oneroso il percorso di studi di ciascuno di noi – dichiara Piercarlo Melchiorre, coordinatore di Link Bari – Ogni anno siamo costretti a pagare tasse elevate, senza considerare i nostri bisogni e le condizioni economiche, il fatto che spesso si è costretti a lavorare per potersi pagare l’iscrizione, e che l’essere fuori corso sia una condizione che può essere determinata da fattori di tipo economico, familiare, etc.”

L’anno scorso è partita  una campagna “Se mi tassi non vale” con l’obiettivo di rendere quanto più chiari i principi del regolamento tasse. “Grazie a quella campagna – continua – abbiamo ottenuto il limite della tassazione massimale per due anni accademici e nessuna maggiorazione per iscritti e iscritte al secondo anno fuori corso e alla seconda laurea”.

La battaglia continuerà anche quest’anno. Gli studenti chiedono l’aumento della no tax area, l’eliminazione delle maggiorazioni per fuori corso, una fascia cuscinetto fino ai 30mila euro di ISEE ed un abbassamento generale delle tasse.  “Misure che potrebbero costituire un primo passo verso un’Università realmente accessibile a tutti e tutte”, dichiara Alessio Bottalico, senatore accademico di Link Bari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui