“Per la sagra di San Nicola il Comune autorizza le paninoteche, lo street food, friggitorie e fornacelle, ma non prevede l’obbligo di raccolta differenziata”. La denuncia arriva dal consigliere di opposizione in Comune, Irma Melini.
“Vogliamo negare – dice – che questa Sagra-Fiera è il tempio ancora una volta del cibo da strada? Neanche è incominciata la festa e oggi alle 6 di mattina il lungomare interessato da ben 181 stalli autorizzati, per diverse categorie merceologiche, era già un tappeto di birre, cibo, sporcizia. Ovviamente i nostri operatori erano tutti pronti a ripulire la sede stradale, ma come è possibile sbandierare ai quattro venti la raccolta differenziata e non prevederla in queste giornate di cibo da strada? Doveroso è poi continuare a reclamare un’ordinanza urgente sul divieto di somministrazione di bevande in bottiglie di vetro, che ponga fine ai tappeti di bottiglie di birra abbandonate sul nostro lungomare e poi smaltite dai nostri operatori nei bidoni dell’indifferenziata. Per essere chiari: tutto ciò che non è correttamente smaltito negli appositi bidoni, viene raccolto dagli operatori Amiu e buttato nell’indifferenziato”.
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here