Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“I cinghiali vanno via”. Lo scrive il sindaco Antonio Decaro su Facebook rivelando le attività in corso per liberare il rione San Paolo dall’assedio dei cinghiali. “Grazie all’impegno dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia – spiega Decaro –  già da due settimane sono iniziati gli interventi per trasferire i cinghiali dal nostro territorio in una riserva che rispetta il loro habitat naturale. Nei 13 giorni di attività sono stati già presi e portati a destinazione 22 cinghiali (14 femmine e 8 maschi). Questi interventi, coordinati dal Dipartimento di biologia dell’Università degli Studi di Bari, sono effettuati con grande attenzione e rispetto per la vita degli animali che, in poche ore, tornano a vivere in un contesto a loro più consono”.

Le attività continueranno nei prossimi giorni in modo da riportare la situazione nella normalità. “Purtroppo – conclude – questo fenomeno, esploso negli ultimi anni, non riguarda solo il nostro territorio, ma tutto il Paese. L’intervento in corso a Bari, autorizzato dall’ISPRA (Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale), è uno dei primi interventi in Italia in aree periferiche di grandi centri urbani, in un contesto particolare perché non esiste ancora una regolamentazione uniforme. Intanto ciò che noi cittadini dobbiamo sempre ricordare è di rispettare una regola minima di igiene e di decoro: non abbandonare rifiuti per strada. Non solo per mantenere la città pulita, ma anche per impedire il ritorno dei cinghiali”.

 

I CINGHIALI VANNO VIAÈ proprio così. Grazie all'impegno dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Puglia, già da due settimane sono iniziati gli interventi per trasferire i cinghiali dal nostro territorio in una riserva che rispetta il loro habitat naturale.Nei 13 giorni di attività sono stati già presi e portati a destinazione 22 cinghiali (14 femmine e 8 maschi).Questi interventi, coordinati dal Dipartimento di biologia dell'Università degli Studi di Bari, sono effettuati con grande attenzione e rispetto per la vita degli animali che, in poche ore, tornano a vivere in un contesto a loro più consono.Le attività continueranno nei prossimi giorni in modo da riportare la situazione nella normalità. Purtroppo questo fenomeno, esploso negli ultimi anni, non riguarda solo il nostro territorio, ma tutto il Paese. L'intervento in corso a Bari, autorizzato dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale), è uno dei primi interventi in Italia in aree periferiche di grandi centri urbani, in un contesto particolare perché non esiste ancora una regolamentazione uniforme. Intanto ciò che noi cittadini dobbiamo sempre ricordare è di rispettare una regola minima di igiene e di decoro: non abbandonare rifiuti per strada. Non solo per mantenere la città pulita, ma anche per impedire il ritorno dei cinghiali.

Pubblicato da Antonio Decaro su sabato 19 maggio 2018


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui