Bandiere e sciarpe esposte sui balconi, ieri 5 mila tifosi all’incontro col sindaco Antonio Decaro allo stadio Della Vittoria e nel pomeriggio la festa per il quarto anniversario dei Seguaci a Pane e Pomodoro. La città ancora sotto shock prova lentamente a rialzare la testa: “È giunta l’ora di mettere un punto e ripartire. Insieme. Con umiltà, dignità, attaccamento e partecipazione. Bari c’è e ci sarà, a prescindere da tutto”, si legge sulle locandine dei Seguaci.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità Storia d'Italia

Il sentimento che accomuna la tifoseria biancorossa è l’orgoglio d’appartenenza alla maglia: “Cambieranno presidenti, società, allenatori e calciatori… ma per sempre resteremo legati ai nostri colori”. Nonostante la mancata iscrizione alla B, il fallimento imminente di un club con 110 anni di storia e lo stadio San Nicola da 58mila posti che si appresta a ospitare partite della serie D o Lega Pro (in attesa delle decisioni della Figc e del futuro societario). Dopo l’appello a colorare la città, nei quartieri popolari di Bari decine di tifosi hanno deciso di esporre bandiere biancorosse e sciarpe.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here