Cabtutela.it

Scuola ” al via” per quasi 600 mila studenti pugliesi distribuiti in 656 sedi di istituzioni scolastiche statali presenti sul territorio regionale. Lo annuncia il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Anna Camalleri, in una lettera di auguri a tutti i ragazzi. L’inizio ufficiale è fissato per il 20 settembre, ma tra chi ha già comunicato e chi si appresta ad aprire proprio da domani, tutti gli studenti cominceranno a breve il loro percorso.

“A tutta la nostra scuola – scrive il direttore – io e i miei colleghi e collaboratori dell’ufficio regionale e degli uffici territoriali consegniamo l’esito di un lavoro complesso e spesso frenetico realizzato in questi mesi, lavoro comunque sempre gratificante perché ha consentito, tra l’altro, la immissione in ruolo di più di un migliaio tra docenti, DSGA e ATA. Un obiettivo, questo, che è elemento di stabilità nel sistema scolastico ma anche, non va mai dimenticato, nella vita di tanti professionisti della scuola, talora precari da anni”.

Resta però ancora il problema delle cattedre incomplete. In alcuni istituti mancano i prof soprattutto di sostegno. Agli alunni sarà assicurata la presenza comunque del personale, ma le scuole non potranno partire con tutti i servizi ad esempio a tempo pieno.

Il ministro dell’Istruzione: i dati sulla scuola in Italia

Augurando a tutti un buon inizio d’anno, è intervenuto anche il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, che ha sottolineato soprattutto come sia un “falso problema che manchino i supplenti”. Secondo il ministro, infatti,”va semplificato il reclutamento”. Da un lato, ha spiegato il ministro, il numero degli studenti cambia ogni anno e quindi è ‘fisiologico’ che ci siano dei supplenti. Dall’altro, “anni fa si mettevano a posto gli organici anche a Natale. Con la riforma Moratti si era arrivati ad ottenere risultati” migliori, ma è “la buona scuola che ha rivoluzionato i problemi” con insegnanti assunti che poi cercavano il trasferimento.

Quest’anno sono circa 8,6 milioni gli studenti delle scuole statali e paritarie che torneranno sui banchi. La maggior parte di loro, oltre 7 milioni, frequenterà la scuola statale. Per il 2018/2019 gli studenti delle scuole statali saranno 7.682.635, per un totale di 370.611 classi. Di questi, 919.091 frequenteranno la scuola dell’infanzia, 2.498.521 la scuola primaria, 1.629.441 la secondaria di I grado, 2.635.582 la secondaria di II grado. Il numero totale di alunni è in leggero calo: lo scorso anno erano 7.757.849. Tra le quattro Regioni con il decremento più consistente, le prime tre sono del Sud: – 15.534 studenti in Campania, – 12.487 in Sicilia, – 11.977 in Puglia, – 5.972 in Piemonte. Sempre nella scuola statale, sono 245.723 gli alunni con disabilità, un anno fa erano 234.658. Di questi, 21.434 frequenteranno la scuola dell’infanzia, 89.029 la primaria, 66.823 la secondaria di I grado, 68.437 la secondaria di II grado.

L’avvio dei servizi di trasporto

Entrerà in vigore lunedì 17 settembre il servizio invernale di trasporto pubblico locale (TPL) che, accanto alle linee ordinarie con 110 autobus, prevede il potenziamento dei collegamenti con e da le scuole superiori con l’impiego di ulteriori 22 autobus in concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico 2018-19.

L’azienda ha inoltre previsto per gli studenti delle scuole superiori due formule di agevolazione tariffaria.

  • il costo dell’abbonamento annuale è pari a 180 euro (anziché 250) e consente di viaggiare utilizzando il servizio di TPL 365 giorni a partire dalla data di obliterazione purché accompagnato dal pass rilasciato dall’Ufficio Abbonamenti di Amtab S.p.A..
  • il costo dell’abbonamento mensile è pari a 20 euro (anziché 35) e consente di viaggiare utilizzando il servizio di TPL per 30 giorni a partire dalla data di obliterazione purché accompagnato dal pass rilasciato dall’Ufficio Abbonamenti di Amtab S.p.A..

Per acquistare l’abbonamento è necessario presentare all’ufficio Amtab preposto, in via Fornari, il certificato di frequenza rilasciato dall’istituto statale o paritario oppure un’autocertificazione (con fotocopia di documento di identità) da sottoscrivere in loco e una foto tessera recente.

I nuovi orari e i percorsi delle linee di TPL potranno essere consultati sul sito internet www.amtab.it e/o richiesti agli operatori al numero verde 800 450 444.

Dal 17 settembre saranno aasicurati più treni e bus delle Ferrovie del Sud Est per gli studenti pugliesi.

Sulla linea Martina Franca – Francavilla Fontana saranno due i treni aggiuntivi con fermate a Ceglie Messapica e Cisternino: il primo in partenza da Francavilla Fontana alle 13.40, con arrivo a Martina Franca alle 14.42, il secondo in partenza da Martina Franca alle 12.37, con arrivo a Francavilla Fontana alle 13.34.

Un treno in più anche tra Casarano e Tricase (partenza alle 6.43 e arrivo a Tricase alle 7.45) e uno da Tricase (partenza alle 7.42 e arrivo a Casarano alle 8.54).

Potenziato anche il trasporto su gomma delle linee Gallipoli – Casarano, Tricase – Casarano, Mola di Bari – Castellana Grotte (via Conversano), Putignano – Gioia del Colle. Incrementati anche i collegamenti da e per le scuole di Contrada Pergolo verso Crispiano, Statte, Fasano e i comuni della Valle d’Itria.

Gli altri servizi nelle scuole comunali

Le attività educative degli asili nido comunali riprenderanno lunedì 17 settembre, mentre il servizio di refezione scolastica sempre a Bari avrà inizio a partire dal prossimo 1 ottobre.

Per quanto riguarda il trasporto scolastico invece, il servizio sarà avviato giovedì 20 settembre. Infine, i servizi rivolti agli alunni con disabilità cominceranno giovedì 20 settembre, con la partenza del trasporto e dell’assistenza specialistica in aula per i 784 studenti della città di Bari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui