Fra i funghi spontanei raccolti in un boschetto privato ce n’era uno tossico, la “lepiota josserandii”. E gli effetti non si sono fatti attendere: cinque persone di Taviano sono state ricoverate in ospedale per avvelenamento da funghi. Si tratta di tre componenti di una famiglia e di due loro amici, tra cui un anziano, tutti ricoverati all’ospedale di Gallipoli dove sono stati sottoposti a terapie disintossicanti e a monitoraggi costanti dei parametri vitali.

L’anziano ha accusato i sintomi più gravi. Nei giorni scorsi, nel Salento, si erano verificati altri casi meno gravi di intossicazione da Amanita ovoidea, il cui consumo è sconsigliato dagli esperti. La Asl di Lecce ha raccomandato di non consumare i funghi se non si ha la certezza assoluta che siano commestibili e di consultare gli esperti dei centri micologici.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here