È morta una delle tre (e non due come si era appreso in un primo momento) rimaste ferite nella esplosione della fabbrica di fuochi d’artificio ad Arnesano (Ansa). La vittima è il figlio del titolare, Gabriele Cosma, di 19 anni. I feriti sono due operai che si trovavano all’interno del capannone dove è avvenuta la violenta deflagrazione. La fabbrica si trova nella zona ‘Mater Domini’, tra Arnesano e Lecce. L’esplosione è avvenuta intorno alle 8.30. I feriti sono ricoverati nell’ospedale di Copertino (Lecce).

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here