«La Puglia ha sempre più spesso la capacità di produrre uomini e donne che fanno il proprio dovere fino in fondo, con fantasia, con creatività» e con «un’idea del mondo basata sul fare il proprio dovere ed essere solidali verso gli altri». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che oggi ha voluto incontro nella sede della Regione i tre pugliesi, Marco Ranieri, Roberta Leporati e Riccardo Muci che, per l’alto valore civile dimostrato, il presidente Mattarella ha insignito qualche mese fa con onorificenze della Repubblica, e anche Giacomo Chiriatti al quale ha consegnato il premio «Radici di Puglia».

Ranieri ha raccontato la sua esperienza con l’associazione «Farina 080» contro lo spreco alimentare. Leporati, dirigente scolastica di Martina Franca, ha promosso un progetto di inclusione sociale attraverso l’arte e la musica lirica che ha coinvolto 7mila studenti. Gli altri due, entrambi poliziotti di origini salentine, erano il 6 agosto 2018 sul raccordo autostradale su Casalecchio (Bologna), dove la collisione tra tir provocò l’esplosione di una autocisterna che trasportava GPL uccidendo una persona e ferendone 140. Rimasero feriti ma contribuirono a salvare tante vite.

A tutti e quattro il presidente Emiliano ha consegnato la manna di San Nicola, spiegando di voler «dedicare questa giornata anche a tutti quei pugliesi che meriterebbero un premio per quanto si sacrificano ogni giorno, perché stanno cercando un lavoro, una casa, perché stanno tentando di evitare che i propri figli si perdano e che combattono eroicamente. Io mi auguro che siano aiutati il più possibile dalle istituzioni, perché questo è il lavoro delle istituzioni, non quello di negare la libertà ai cittadini ma di sostenerli. L’eroismo vero è quello di vivere tutti i giorni e di farlo assieme agli altri, con senso di comunità e rispettando le persone. Quindi, da parte del vostro presidente, grazie a tutti i pugliesi che si fanno onore ogni giorno».

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here