Grande riconoscimento per lo chef Nicola Scarpelli, di Bari che ha partecipato come ambasciatore della gastronomia pugliese nel mondo durante l’evento della Brigade des Etoiles de Mougins in Francia. Premiato dal sindaco Richard Galy e Christophe Tourette, presidente dell’Ufficio Turismo di Mougins e Assessore al turismo della Costa Azzurra.

Anni di esperienza nel settore e numerose attività di successo hanno reso lo chef Nicola Scarpelli un grande conoscitore dei saperi e dei sapori del territorio. Scarpelli si è posto l’obiettivo di valorizzare la sua terra d’origine: la Puglia, con i suoi prodotti a km zero, in collaborazione con le aziende agroalimentari del territorio.

“Sembra un sogno ma è pura realtà – commenta Nicola Scarpelli dopo aver indossato la divisa della Brigade des Etoiles de Mougins, – questo è un punto di partenza, per far conoscere le prelibatezze della nostra terra nel mondo. Essere ambasciatore della gastronomia pugliese ha un grande valore e una grande responsabilità che intendo portare avanti”.

“Sono passati tanti anni da quando ho deciso di impegnarmi nel mondo della ristorazione – ha detto –  è stato un viaggio lungo che continua ogni giorno, la mia maturazione, l’insieme delle esperienze mi ha portato ad una naturale evoluzione ed a fare delle scelte ben precise, l’amore della tradizione Mediterranea “vera”. La grande cucina del bacino del Mediterraneo è il frutto di una storia millenaria, un luogo “allargato” in un mare, scambio di cultura ed usanze, di lingue e sapori, in questo crogiolo si è formata una indistruttibile costruzione che ha reso il bacino del “mare nostrum” il centro del sapore nel mondo”, conclude Scarpelli.

Soddisfatto il manager Filippo Lisi che ha creduto in questo progetto: “Il primo chef su cui puntare a livello internazionale è stato facile individuarlo, lo conosco da 19 anni, superlativo nell’enogastronomia e di raffinato profilo professionale”, – afferma Lisi.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here