Bari è tra le città dell’Art Nouveau Week, la manifestazione organizzata in tutta Italia dall’associazione Italia Liberty, dall’8 al 14 luglio. Con due itinerari previsti per la città, studiati e organizzati dall’associazione Eiead, che celebrano gli edifici nello stile Liberty a inizio ‘900.

Il tour mattutino, per apprendere storia, progetti, costruzione dei palazzi e degli edifici pubblici del quartiere Umbertino della città; quello del pomeriggio, per partecipare al primo itinerario interamente dedicato alle opere di Mario e Guido Prayer.

L’iniziativa è parte della celebrazione internazionale della corrente artistica Art Nouveau per ricordare Giuseppe Sommaruga, tra i protagonisti del Liberty italiano, e Gustav Klimt, artista della Secessione Viennese, dei quali si sono di recente celebrati i 100 anni dalla loro scomparsa.

Questa mattina si è tenuta la presentazione in Comune, alla presenza dell’assessore alla Cultura, Ines Pierucci. “L’amministrazione comunale – ha confermato Ines Pierucci – ha accolto molto volentieri questo progetto di itinerari turistici che raccontano il patrimonio artistico-storico dell’Art Nouveau e, in particolare, quello frutto dell’opera dei fratelli Prayer. Arrivati da Venezia all’inizio dello scorso secolo, i Prayer hanno riempito Bari e l’intera Puglia di opere artistiche estremamente pregevoli che oggi possiamo riscoprire grazie a questa iniziativa, avvicinando i cittadini baresi al mondo dell’arte”.

“Valorizzare questa eredità culturale, a Bari come in molte altre località pugliesi – ha dichiarato Leonardo Manzari, fondatore e presidente di Eiead, European Institute for EurAsian Dialogue – è un passo indispensabile per comprendere e restituire al nostro territorio il suo ruolo strategico di motore socio-economico, civile e culturale del Sud in prospettiva europea e mediterranea”.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare EIEAD al 346/7279906 o scrivere a eieadinstitute@gmail.com. Al programma è abbinato il Premio Best LibertyCity “L’Art Nouveau salverà la bellezza”, che porterà alla designazione della migliore città Liberty italiana e valorizzerà gli scatti più apprezzati dalla giuria. Infatti, ogni cittadino, professionista, studente, associazione, ente pubblico o privato, può contribuire all’iniziativa, raccontando il Liberty a Bari, inviando fotografie (massimo 10) o video (solo uno) alla e-mail concorso@italialiberty.it. In questo modo si potrà sostenere la candidatura del capoluogo di regione nella competizione, che vedrà la proclamazione della città vincitrice a fine ottobre.

https://eiead.org/2019/07/03/bari-liberty/

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here