Cabtutela.it
acipocket.it
MangAmi

Un carabiniere, il vice brigadiere Mario Cerciello Rega, 35 anni, è stato ucciso a Roma nella notte con alcune coltellate mentre era in servizio. E’ accaduto in via Pietro Cossa, nel quartiere Prati. È caccia a due uomini, nord africani secondo il primo identikit.

Da una prima ricostruzione, il vice brigadiere 35enne durante un servizio con alcuni colleghi stava fermando due uomini considerati responsabili di furto e estorsione ai danni di una donna quando uno di loro avrebbe estratto il coltello ferendolo più volte. Trasportato d’urgenza in ospedale è poi deceduto.

“Stanotte il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega è stato accoltellato mentre era in servizio. Stringo in un forte abbraccio sua moglie, la sua famiglia e i suoi cari. Sono vicina all’Arma dei Carabinieri e a tutti agli uomini e le donne che quotidianamente mettono a rischio la loro vita per garantire la nostra sicurezza. Chiedo tolleranza zero per i delinquenti che hanno commesso questo vile atto!”. Così il ministro della Difesa Elisabetta Trenta.

“Caccia all’uomo a Roma per fermare il bastardo che stanotte ha ucciso un carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa”, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Nella notte, a Roma, un giovane vice brigadiere dei Carabinieri è stato ucciso a coltellate da un rapinatore. Aveva solo 35 anni. Il mio abbraccio alla famiglia del militare e a tutta l’Arma. È un momento di grande dolore per lo Stato”. Lo scrive il vicepremier Luigi Di Maio sul suo profilo twitter


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

2 COMMENTI

  1. Purtroppo fin che i sospettati erano 2 “nordafricani” tutte le autorità, i politici di ogni tipo e i giornali erano concordi nel chiedere il massimo della pena. Appena si è saputo che gli indagati erano 2 giovani americani 20enni e di buona famiglia c’è stata subito qualche retromarcia imbarazzata
    Da sempre gli Usa sono poco favorevoli a processi a cittadini americani (vedi caso Amanda Knox) fatti nei paesi in cui il crimine è avvenuto.

  2. Non sappiamo bene ancora di chi sia la colpa, se di chi ha creduto alle parole di uno spacciatore ( che si rivolge stranamente ai CC per riavere il suo borsello) o di chi li ha mandati lì alle 3 di notte in borghese da soli e non si sa ancora se armati o meno.
    Non sappiamo di chi sia la colpa ma urge accertarlo al più presto.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui