Cabtutela.it
Aproli

“Emozionante. Inutile dire che quando metti piede in una scuola rimpiangi anni sempre bellissimi che commuovono. Io mi sento sempre un po’ a scuola, nel senso che si può imparare tutta la vita e questa è una cosa molto divertente”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ieri ha partecipato alla “Notte dei licei classici”.

“L’atmosfera  è bellissima. Uno dei sogni che noi avevamo era quello di fare le cose insieme, di cambiare il mondo, di renderlo migliore. E’ chiaro che è un sogno un po’ pretenzioso, però possiamo dire di avercela messa tutta nei limiti delle possibilità. Io penso che questo desiderio di cose positive in qualche maniera si incarna in voi. Stasera sono particolarmente felice, perché ho visto voi, ho visto quelle cose che immaginavo tanto tempo fa e che voi in qualche modo realizzate. Perché la nostra vita ha un limite e prosegue in quella degli altri. Ieri sera il sogno è stato  di aggiustare un po’ le cose per fare in modo che quelli che prenderanno il testimone siano almeno non svantaggiati da chi c’era prima di loro. Io mi auguro di riuscirci. Storia e destino – ha detto Emiliano –  sono in molti casi imprevedibili e qualche volta anche un po’ ingiuste, perché il futuro e la vita spesso hanno un profilo di ingiustizia. Molte delle cose che vogliamo fare, dei sogni che abbiamo di fronte sono impossibili, ma basta questo a fermarci? Non credo proprio”.

La Notte dei Licei classici è un’iniziativa nazionale per valorizzare e far conoscere il greco e il latino. Ieri Emiliano era a Conversano, nel liceo “Morea”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui