Cabtutela.it
acipocket.it

Parcheggio selvaggio nel rione San Pasquale, in particolare nelle vicinanze del convitto Cirillo, tra via Pisacane, via Cirillo, via Postiglione, via Maria Cristina di Savoia, incluso il marciapiede pedonale di largo Cirillo. La denuncia è di un residente che ha inviato una nota anche al comandante della polizia locale Michele Palumbo. “Queste zone – si legge nella denuncia –  diventano nelle ore di uscita degli studenti  uno spettacolo di auto che occupano in modo selvaggio i  marciapiedi, le strisce pedonali, doppie file ed anche triple, con tanto di inquinamento acustico dei continui suoni di clacson, presentando agli occhi anche del più comprensivo dei cittadini uno spettacolo gravemente lesivo del decoro urbano e della normale fruibilità dei marciapiedi soprattutto per  chi è costretto in sedia a rotelle o deve passare con  carrozzina o passeggino, costringendo i pedoni a spostarsi sulla carreggiata riservata al transito delle auto”.

“In passato, nel periodo scolastico, mi è capitato di osservare dei vigili fermi su via Postiglione costretti più a gestire il traffico delle auto incolonnate – continua la denuncia – a causa del parcheggio selvaggio o a garantire l’attraversamento pedonale in sicurezza di studenti e genitori residenti in zona. Trovo assurdo  che tutto questo possa essere tollerato come se il codice della strada non esistesse, e  se traffico deve esserci deve essere composto e rispettoso del vivere civile! Chiedo cortesemente che vengano impediti i parcheggi sui marciapiedi, in attesa che qualcuno della Pubblica Amministrazione Comunale magari  in collaborazione con la Direzione Scolastica e il Consiglio d’istituto del Cirillo valutino un piano di civile mobilità rispettosa della cittadinanza che non si piega a questo scempio quotidiano e tollerato ogni oltre ragionevole possibilità”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui