Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Saracinesche sollevate, scardinate, date alle fiamme. È la fotografia della situazione di degrado e di vandalismo che, ormai da tempo, vede protagonisti i locali situati del nuovo waterfront di San Girolamo. Si tratta di box che, a seguito dell’apertura del nuovo lungomare, non sono stati ancora assegnati e utilizzati e che, soprattutto nelle ore serali e notturne, diventano obiettivo dei gruppi di bulli che vandalizzano la zona. L’ultima segnalazione è giunta all’interno del gruppo Facebook “Vivere a San Girolamo e Fesca Bari”, dove sono state postate le immagini delle saracinesche rovinate nelle scorse ore. “Degrado, abbandono, degrado – sono le parole che accompagnano il post, dove si legge tutta la frustrazione dei residenti della zona – Non abbiamo neanche più la voglia di commentare. Segnaliamo da mesi l’assenza assoluta di pattugliamenti delle forze dell’ordine”.

Un post a cui fanno seguito tante condivisioni e moltissimi commenti di sdegno da parte dell’intera comunità: “Abbattiamolo il lungomare, sta creando solo problemi. Non ce lo meritiamo”, scrive, arrabbiato, un cittadino. “Tristezza e rabbia”, commenta un altro, mentre tantissimi sono coloro che chiedono controlli e l’installazione di telecamere di videosorveglianza.

Tra le voci, tante quelle di coloro che chiedono al Comune di Bari l’assegnazione dei locali, anche gratuitamente, alle associazioni del territorio che possano ottenere un punto di appoggio ma anche prendersi cura dei locali contro l’incuria, l’abbandono e gli atti di vandalismo. A rispondere ad alcune di queste istanze è, sempre per mezzo dello stesso canale social, Giuseppe Catalano, Portavoce del Movimento 5 Stelle al Municipio 3 di Bari: “I locali in questione non vengono messi a bando, poiché si è in attesa del collaudo amministrativo dell’opera – scrive in un commento allo stesso post e, incalzato da ulteriori richieste prosegue – tale collaudo è previsto per il secondo semestre del 2021”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui