Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Quest’anno rinunciamo al ristorante per via del ‘fastidio’ del green pass, ma non a stare insieme. Ci adeguiamo agli altri: tavolini vista mare e grigliata in compagnia delle persone care sino al tramonto e perché no, anche la sera”. Lo ha raccontato a Borderline24, Antonio, cittadino barese che quest’anno, poiché non tutta la famiglia possiede il certificato verde, ha deciso di passare la giornata di Ferragosto in maniera differente dal solito, ma pur sempre in linea con le abitudini tipiche dei baresi.

Dalla grigliata con tavolata allestita ad hoc sul mare, al pranzo al ristorante e alle gite fuori porta. Sono solo alcune delle opzioni tipicamente preferite dai baresi che anche quest’anno, tra Green pass ed emergenza sanitaria non ancora rientrata, non rinunceranno ad una giornata di festa nel tentativo di “non pensare e stare leggeri”, dichiarano alcuni. A testimonianza di ciò il pienone che si è registrato negli ultimi giorni tra ristoranti e lidi, ormai privi di posti, soprattutto per chi, non privo di dubbi per l’aumento dei contagi, si è mosso troppo tardi.

E’ il caso di Angelica, mamma di due bambine e una ragazza di 16 anni. “Noi quest’anno niente mare e niente ristorante – ha raccontato – io e mio marito ci avevamo anche pensato all’inizio, ma ci siamo mossi tardi, lidi e ristoranti hanno il tutto esaurito. Ma forse è meglio così, con la situazione che stiamo vivendo conviene non stare troppo tra la gente, non si sa mai. Abbiamo optato per una gita ai sassi di Matera con pranzo al sacco. Sarà un modo per stare insieme e visitare qualcosa di nuovo. Forse è un bene tutto questo, perché per la prima volta faremo una cosa diversa dal solito” – ha concluso.

Nonostante alcuni abbiano deciso di “rompere gli schemi” per provare a fare altro, restano comunque moltissimi i cittadini che il 15 agosto riempiranno lidi e ristoranti. La conferma arriva anche da Domenica, responsabile di un Bed & Breakfast situato nel Barese alla ricerca di una soluzione per gli ospiti che hanno scelto di passare il periodo di Ferragosto in Puglia.

“I miei clienti stanno disperatamente cercando un posto al ristorante o uno spazio con piscina ma è davvero tutto pieno, non si trova nulla – ha raccontato – mi hanno confidato di voler trovare un agriturismo con piscina dove poter pranzare e passare l’intera giornata in serenità. Cercano tutti posti all’aperto per via del Green pass. Io non sono tenuta a chiederlo, i ristoranti si. E’ una caricatura. Come ogni anno organizzerò il mio pranzo di Ferragosto qui, penso che alla fine alcuni ospiti, quelli che non andranno al mare, ma cercano invece l’agriturismo, resteranno qui ” – ha concluso.

Ci sono però alcuni baresi che preferiscono restare a casa, chi per ragioni strettamente legate alla pandemia, chi perché non ama il caos che si crea soprattutto nelle giornate festive come queste. Ma non solo, qualcuno aveva anche optato per una giornata al centro commerciale nel tentativo di coniugare l’unica giornata festiva per entrambi con i saldi. E’ il caso di Nicola e Marianna.

“Ci è andata male – raccontano – la Regione ha deciso di chiudere negozi e centri commerciali a Ferragosto. E’ anche giusto, però noi avremmo di gran lunga preferito una giornata lì piuttosto che al mare, dove ci sarà moltissima gente e pochissima distanza di sicurezza. Inoltre temiamo l’ondata di calore, con i bambini è meglio non rischiare. Avremmo approfittato dei saldi, fino ad oggi non ci siamo ancora riusciti. Opteremo per un pranzo sul balcone, sarà festa comunque” – hanno concluso.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui