Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Ferragosto senza stipendio per i lavoratori di alcune associazioni di volontariato, che gestiscono le postazioni baresi del 118. Lo riferisce il quotidiano La Repubblica. È una estate di fuoco, quella vissuta dal sistema dell’emergenza pugliese, alle prese con una guerra di logoramento tra alcune associazioni e le Asl, sullo sfondo dell’internalizzazione del servizio che sarà conclusa in autunno e porterà il 118 nella gestione della Sanitaservice. Le associazioni chiedono che le Asl rinegozino gli accordi, per ottenere più fondi e la stabilizzazione di più unità ma la Prefettura ha detto chiaramente che il tavolo non sarà convocato prima di settembre. E che, nel frattempo, non saranno tollerate omissioni.

Ecco perché la Prefettura, dopo aver incontrato i vertici dell’Azienda sanitaria e del Dipartimento regionale salute, ha “avvisato” le associazioni. “Il collocamento in cig degli autisti delle postazioni 118 dell’Asl di Bari, gestite dalle associazioni di volontariato – è stato scritto nella nota – potrebbe ingenerare seri problemi al servizio pubblico di emergenza 118, peraltro nel momento di maggiore afflusso turistico”.
A questo proposito, la Prefettura ha rammentato “le conseguenze giuridiche, anche di natura penale, connesse ad azioni o omissioni atte a determinare l’interruzione di un servizio pubblico o a turbarne la regolarità”. L’Ufficio di Governo si è quindi reso disponibile a convocare un tavolo di mediazione ma non prima dell’inizio di settembre. Qualunque sia l’esito della concertazione, però, una cosa è certa: le ambulanze non si possono fermare.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui