lapugliativaccina.regione.puglia.it

Si è tenuta in data odierna la venticinquesima edizione del Premio Nazionale “Paolo Borsellino”, un progetto dedicato alla legalità. La premiazione finale si è tenuta a Pescara, con mensione al Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho e il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Maurizio Detalmo Mezzavilla per il loro impegno sul fronte alla lotta alla mafia.

Sono state premiate altre tredici personalità di livello nazionale quali magistrati, appartenenti alle forze di polizia e sacerdoti da sempre in prima linea nella lotta alla mafia ed alla illegalità diffusa. Tra i quindici premiati c’è anche l’avvocato barese Antonio Maria La Scala, premiato nell’area tematica delle attività sociali, in qualità di presidente dell’associazione Gens Nova, “che ormai da anni rappresenta una presenza fissa e costante su tutto il territorio nazionale per la sua continua attività di tutela delle fasce deboli contro ogni forma di violenza”.

Premio speciale anche per un altro barese, Pinuccio Fazio papà di Michele, il ragazzo di soli 16 anni ucciso da un colpo di pistola alla nuca sotto la sua abitazione di Bari Vecchia a luglio del 2001.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui