lapugliativaccina.regione.puglia.it

Un sistema bioelettronico che in pochissimo tempo è in grado di rilevare un singolo marcatore proteico o un virus in un campione di sangue o di saliva. Si chiama “Single Molecule digital assay” ed è la scoperta scientifica rivoluzionaria grazie alla quale la professoressa Luisa Torsi, docente ordinaria di Chimica dell’Università di Bari e vice presidente del Consiglio scientifico del Cnr, ha ricevuto, ieri sera a Vienna, la Wilhelm Exner Medal.

“Viva l’Italia, viva la Puglia, viva Luisa Torsi”. Il presidente della Regione Michele Emiliano esprime tutta la sua soddisfazione e l’orgoglio per il premio ricevuto da Luisa Torsi, scienziata pugliese che ha ricevuto a Vienna la Wilhelm Exner Medal, un “riconoscimento prestigiosissimo conferito in passato a ben 23 Premi Nobel tra i quali un unico altro italiano, immaginate un po’, dal nome Guglielmo Marconi”.

“Grazie alla sua scoperta scientifica – spiega Emiliano –  potremo essere in grado di prevedere semplicemente da un test salivare se in una persona esistono malattie, batteri o cariche virali, e addirittura potremo prevedere possibili evoluzioni negative della salute riuscendo ad agire prima ancora che i sintomi di una patologia si manifestino”.
“Capirete che si tratta di una vera rivoluzione – precisa Emiliano –  La Regione Puglia è stata al suo fianco, l’abbiamo sostenuta in questo difficile cammino e la sosterremo in futuro, insieme alle Università di Bari e di Brescia, per rendere utilizzabile il più in fretta possibile la sua invenzione in favore di tutta l’umanità. Il Premio è stato consegnato da Leonore Gewessler una delle ministre più importanti del Governo austriaco, alla presenza dell’Ambasciatore italiano a Vienna e di moltissimi scienziati e imprenditori”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui