lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

A partire da stasera, 29 luglio, e fino al 15 novembre prossimo, tutta la città si trasformerà in un grande palcoscenico per dare vita a “Le due Bari”, il progetto finanziato per 1.129.154,37 euro dalla direzione generale Spettacolo del Ministero della Cultura (MiC) per la realizzazione di attività di spettacolo dal vivo nelle aree periferiche della città di Bari.

Ideato con l’obiettivo di valorizzare le professionalità del comparto dello spettacolo dal vivo individuando i beneficiari delle risorse tra gli operatori culturali con una significativa esperienza, il programma è realizzato perciò da soggetti riconosciuti dal FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) e realtà operanti nel settore dello spettacolo dal vivo da almeno tre anni.

Il progetto unisce idealmente centro e periferie portando oltre 160 eventi gratuiti, tra spettacoli e laboratori, nelle piazze e nei luoghi di aggregazione dei 5 Municipi di Bari, con un programma articolato che include musica, teatro, danza, arti circensi e cinema, con un focus dedicato all’infanzia.

Uno degli elementi chiave di Le due Bari è il coinvolgimento dei cittadini e delle realtà sociali presenti sul territorio con l’obiettivo di rivitalizzare specie le aree periferiche della città generando al contempo una maggiore attrattività anche per i visitatori (con effetti positivi anche economici).

Stamattina l’intero cartellone è stato presentato dall’assessora alle Culture e Turismo Ines Pierucci nel corso di un incontro a Palazzo di Città al quale hanno partecipato anche la dirigente della ripartizione Culture Marisa Lupelli e i rappresentanti dei 12 operatori culturali beneficiari dei contributi.

“Siamo di fronte ad un’occasione straordinaria – ha commentato Ines Pierucci – favorita da una misura ministeriale inedita grazie alla quale, accanto all’investimento di Festa del Mare, il cartellone culturale estivo della città di Bari potrà contare su 160 ulteriori eventi di musica, teatro, danza e laboratori pensati per tutte le fasce di pubblico, ben oltre il termine della bella stagione. Un’occasione soprattutto politica, che favorisce e rafforza la visione culturale di questa amministrazione con le sue due direttrici: il coinvolgimento di tutti i quartieri e il sostegno al comparto degli operatori culturali. È a questi ultimi, infatti, che abbiamo voluto consegnare idealmente la direzione artistica dell’offerta per valorizzare la storia, più o meno recente, del loro lavoro, tributando il giusto riconoscimento a un settore professionale che merita dignità e diritti, e nel quale la politica ha il compito di investire. Non è un caso che per la prima volta, quest’anno, l’investimento in cultura superi i due milioni di euro” – ha sottolineato ricordando che grazie all’intervento straordinario del Mic, ad esito del bando, i progetti vincitori hanno sviluppato un cartellone omogeneo.

Tante le sezioni previste, dalla danza al teatro, sino a passare alla musica con l’intento di valorizzare l’interdisciplinarità dei progetti, ma anche la contaminazione tra le diverse espressioni artistiche e la capacità di fare rete tra i soggetti proponenti. “Il bando Le due Bari, colgo l’occasione per dirlo – ha aggiunto – anticipa l’avviso per la concessione dei contributi alle imprese a alle associazioni culturali, finanziata con 400mila euro di fondi del civico bilancio, mentre stiamo lavorando per poter utilizzare circa 600mila euro di fondi del POC Metro in favore di progetti triennali. Il nostro impegno, dunque, si rafforza grazie a una rinnovata sinergia con i diversi livelli istituzionali, per raggiungere l’obiettivo condiviso di un’offerta culturale sempre più inclusiva e attenta alle specificità dei singoli territori, nel solco della strategia politica culturale di investimento nelle periferie, cominciata con Arene culturali, proseguita con le diverse edizioni di Municipi Sonori e quest’anno, per la prima volta, con il prologo del corteo storico di San Nicola nei cinque Municipi” – ha concluso.

 

Sono 12, le proposte finanziate ad esito del bando, come di seguito elencate: “Unite gli estremi, e avrete il vero centro – Porta d’Oriente”, associazione culturale Resextensa. Spettacoli di danza, teatro buffo, spettacoli di fuoco, arti circensi, laboratori. “Felicità Adriatica”, associazione culturale Gran Teatrino onlus, spettacoli di burattini.  “Bari vista dalla luna”, associazione culturale L’amoroso, concerti e spettacoli teatrali per bambini.  “Sotto il cielo delle periferie”, associazione culturale Time Zones, rassegna musicale. “Danza… sogna sulle rive del mare” associazione culturale Breathing Art Company, street art dal vivo, spettacoli di danza. “Onde sonore”, associazione culturale musicale Nel gioco del jazz, Concerti di musica jazz. “A-Riva”. Bass Culture Srl Concerti, spettacoli di burattini per bambini.  “Palcoscenici di comunità”. AncheCinema Srl, spettacoli teatrali e di cabaret, concerti. “Piccolo festival barisien-parisien-napolitain: i viaggi della nostra musica, dal ‘500 ad oggi”. Associazione Eurorchestra da camera, concerti. “Le fiabe sono vere”, associazione culturale Madimù. Teatro d’attore, teatro di marionette, teatro di strada, teatro gestuale, danza. “Levante a cappella International festival”,  associazione culturale Mezzotono, concerti di musica a cappella. “C’è aria di festa”, coop. Teatri di Bari, spettacoli teatrali, concerti.

Il primo appuntamento del cartellone di Le due Bari è in programma staseraall’Arena della Pace di Japigia, con “Canzoni di un lungo viaggio”, a cura di AncheCinema (progetto Palcoscenici di comunità), un viaggio musicale da Parigi a Hollywood e Broadway, passando per l’America latina, affidato al duo composto dal mezzosoprano Margherita Rotondi e dal pianista Vincenzo Cicchelli. Il programma completo e in costante aggiornamento è disponibile su www.leduebari.it.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui