lapugliativaccina.regione.puglia.it

Luca Bianchini fa tappa a Capurso, nell’ambito delle attività di “Culture d’Autunno”, promosso dal Comune di Capurso. Venerdì 2 dicembre lo scrittore Bianchini sarà alla nella Biblioteca comunale G. D’Addosio (ore 19.30, ingresso libero) per presentare il suo ultimo romanzo “Le donne hanno sempre ragione”, edito da Mondadori, una freschissima commedia gialla, ambientata a Polignano, città molto amata dall’autore torinese. A dialogare con lui Vito Prigigallo e Mariangela Giordano, consigliera delegata alla biblioteca. L’evento fa parte della rassegna Il Libro Parlante e sarà accompagnato dalla musica dal vivo della cantante Gaya Gentile, accompagnata dal sassofonista Nicolò Pantaleo, con interventi musicali del chitarrista e produttore Antonello Boezio.

L’autunno capursese ha fatto il pieno di iniziative culturali, tradizionali e ricreative. Ventotto appuntamenti in tre mesi. Il cartellone “Culture d’Autunno”, è il risultato di un grande lavoro di rete che vede l’intervento di associazioni del territorio, Comune, scuole e privati cittadini, coordinati dal consigliere delegato alla cultura  Giovanni Locorotondo e dalla consigliera delegata alla biblioteca Mariangela Giordano. Dicembre sarà il mese dedicato alle attività natalizie che saranno presentate a breve assieme al cartellone Natale a Capurso e che prevede concerti, villaggio del gusto, mercatini di Natale, la casa di Babbo Natale, luci e incanto in tutti i fine settimana all’interno della villa comunale.

SINOSSI “Le donne hanno sempre ragione” – Il maresciallo Gino Clemente ama la canottiera bianca, il karaoke, il suo labrador e soprattutto la moglie Felicetta, e coltiva un unico desiderio: andare presto in pensione. Dopo anni passati lontano da casa, viene finalmente trasferito nel suo paese d’origine, Polignano a Mare, a ridosso della festa patronale di San Vito che dà inizio all’estate. Per l’occasione, la famiglia allargata degli Scagliusi decide di celebrare il compleanno della piccola Gaia con una “festa nella festa”, durante la quale Matilde può inaugurare e soprattutto mostrare la sua nuova masseria a parenti e pochi amici. Non mancano i manicaretti peruviani preparati dalla fedele Adoración, la tata tuttofare della famiglia. Oltre a Ninella, don Mimì e a tutti i protagonisti di Io che amo solo te è stato invitato anche il maresciallo Clemente che però declina, ma sarà chiamato con urgenza sul posto: Adoración è stata trovata senza vita nel salottino degli angeli collezionati con amore dalla padrona di casa. È subito chiaro che non si tratta di una morte accidentale. Chi può essere stato? Nel pieno della notte di San Vito, il maresciallo si troverà ad affrontare un po’ controvoglia la sua prima vera indagine. Ad aiutarlo nell’impresa ci penseranno la brigadiera Agata De Razza, salentina dai capelli ricci e dalla polemica facile, e l’appuntato Perrucci, il carabiniere più sexy del barese, oltre naturalmente al suo fiuto, a quello del suo cane Brinkley e ai consigli disinteressati della moglie. Per tutti gli abitanti della zona sarà il giallo dell’estate. Tra canzoni stonate, melanzane alla parmigiana, segreti inconfessabili e voci di paese in cui tutti parlano e nessuno dice, Luca Bianchini scrive una commedia esilarante e ci fa vivere nella sua amata Polignano una nuova avventura ricca di colpi di scena, in cui tutte le tessere del mosaico si mettono lentamente a posto per rivelare una sorprendente verità.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui