lapugliativaccina.regione.puglia.it

Il Bari deve rimandare ancora l’appuntamento con la vittoria. La squadra di Mignani non riesce a superare il Pisa nonostante la superiorità numerica nella seconda parte della ripresa. Galletti spenti e senza idee nel primo tempo. Nella ripresa parte meglio il Pisa che crea qualche pericolo alla porta di Caprile. Mignani inserisce Salcedo e Benedetti al posto di Antenucci e Scheidler passando al 4-3-3 e la manovra offensiva diventa più fluida ed efficace. Al 71′ il Pisa resta in dieci uomini per l’espulsione di Rus e il Bari sale in cattedra. Diverse le occasioni create dagli uomini di Mignani, ma il risultato non cambia. Ancora un pareggio e vittoria che manca ormai dal lontanissimo 8 ottobre.

LE SCELTE DEI TECNICI:

Match ‘chiave’ quello del Bari contro il Pisa. Mignani deve rinunciare agli infortunati Ricci e Ceter. Ancora assente Cheddira, che prosegue la sua avventura in Qatar con la nazionale marocchina. Il tecnico genovese ritrova Maita a centrocampo (assente per squalifica nella gara di Como) e rilancia Botta dal primo minuto. In difesa torna capitan Di Cesare al fianco di Vicari. Fiducia a Dorval sulla corsia di sinitra, mentre in attacco il francese Scheidler vince il ballottaggio con Salcedo.

Nel Pisa, il tecnico D’Angelo recupera il rumeno Moruțan ma deve rinunciare al portiere brasiliano Nicolas, al suo posto c’è il classe 97 Alessandro Livieri. Toscani che si schierano a specchio con un 4-3-1-2. A centrocampo c’è il nazionale ungherese Ádám Nagy, mentre in attacco è il neo nazionale venezuelano, Ernesto Torregrossa, il pericolo numero uno.

PRIMO TEMPO:

Si parte con un minuto di silenzio per commemorare le vittime della tragedia che ha colpito Ischia. Al 1′ minuto ci prova subito Folorunsho con un tiro da fuori area che si spegne a lato della porta pisana. Partita molto bloccata per i primi 30 minuti con le due squadre che si annullano a vicenda. Il primo tiro in porta dei biancorossi arriva al minuto 31 con Antenucci ma, per il guardalinee, il numero 7 del Bari è in offside. Fiammata dei biancorossi al minuto 40, ma il cross di Antenucci viene messo in corner da Rus. Non accade più nulla sino al duplice fischio del signor Cosso che sancisce la fine della prima frazione di gara con la curva nord canta: “Noi vogliamo un grande Bari!”

SECONDO TEMPO

 Non ci sono cambi nell’intervallo e le due squadre si ripresentano con gli stessi undici che hanno iniziato il match. Bari vicino al vantaggio al minuto 48 con un cross basso di Botta respinto da Livieri, poi Rus cerca di rinviare ma la palla termina sul corpo di Scheidler. La successiva carambola non premia l’attaccante francese col pallone che termina a pochi centimetri dal palo. Al minuto 55 Caprile sbaglia i tempi dell’uscita e colpisce in pieno volto Tourè. Ci sarebbero gli estremi per il penalty, ma l’arbitro fa proseguire. Al minuto 60 è proprio Tourè a sfuggire alla marcatura di Pucino, ma il suo tentativo è netralizzato da Caprile. Al minuto 68 ci prova Morutan con una conclusione da distanza siderale, nessun problema per l’estremo difensore del Bari. Due minuti dopo è la volta di Rus che impegna Caprile su calcio di punizione. Mignani cambia al minuto 71 inserendo Salcedo e Benedetti per gli abulici Antenucci e Scheidler: si passa al 4-3-3. Tre minuti più tardi, spunto di Botta ma la conclusione dell’argentino viene respinta. Al minuto 75 il Pisa resta in dieci per l’espulsione comminata a Rus per doppio giallo. Il Bari spinge e al minuto 77 è la traversa a dire di no ad un colpo di testa di Pucino. Ancora un legno per i galletti al minuto 85 con Benedetti che colpisce in pieno la traversa con una gran conclusione. Al minuto 87 tiro insidioso di Botta deviato in angolo. Chance anche per Folorunsho, ma il suo tentativo viene neutralizzato da Livieri. Non accade più nulla sino alla fine e il Bari raccoglie il quinto pareggio consecutivo. Biancorossi che torneranno in campo giovedì 8 dicembre al ‘Tombolato’ contro il Cittadella.

PAGELLE:

Deludono Folorunsho e Scheidler, Botta si accende nella ripresa.
Caprile 6.5, Pucino 4,5 , Di Cesare 6.5, Vicari 6, Dorval 6, Maita 6.5, Maiello 6.5 (90′ Bellomo sv), Folorunsho 4,5 , Botta 6.5, Scheidler 4 (71′ Benedetti 6.5), Antenucci 5 (71′ Salcedo) .
Mignani 5

TABELLINO

MARCATORI: – –
FORMAZIONI INIZIALI:
BARI (4-3-1-2): Caprile, Pucino, Di Cesare (c), Vicari, Dorval, Maita, Maiello, Folorunsho, Botta, Scheidler, Antenucci.
A disposizione: Frattali, D’Errico, SalcedoGalano, Terranova, Zuzek, Mazzotta, Bosisio, Bellomo, Cangiano, Benedetti, Mallamo
All. M. Mignani
PISA (4-3-1-2): Livieri, Hermannsson, Torregrossa, Toure, Nagy, Mastinu (c), Beruatto, Tramoni, Rus, Morutan, Barba.
A disposizione: Dedik, Guadagno, Canestrelli, Jureskin, Marin, Gliozzi, Sibilli, Estevez, Ionita, De Vitis, Calabresi, Tramoni
All. L. D’Angelo

SQUADRA ARBITRALE:

 

Dirige Francesco Cosso della sezione di Reggio Calabria. Assistenti Salvatore Affatato della sezione di Vco e Paolo Laudato della sezione di Taranto. Quarto ufficiale Federico Dionisi della sezione dell’Aquila. VAR Valerio Marini (Roma1), coadiuvato dall’ AVAR Oreste Muto (Torre Annunziata).
Ammoniti: Rus, Vicari, Scheidler, Maiello
Espulsi: Rus (doppio giallo)
Angoli: 8 -7.
Spettatori: 16.278 spettatori  (7.651 abbonati, 326 tifosi ospiti)

(Foto sscBari)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui