lapugliativaccina.regione.puglia.it
È tornato libero Alessandro Angelillo, l’uomo che la notte tra il 10 e l’11 luglio 2009 uccise Anna Costanzo, estetista e truccatrice del teatro Petruzzelli. La Cassazione lo aveva condannato a 16 anni e sei mesi di reclusione. Ne ha scontati 13 e quattro mesi, tra sconti e buona condotta. Gli ultimi due mesi li ha trascorsi agli arresti domiciliari.
La storia – Angelillo, all’epoca 35enne, nel 2009, aveva due relazioni sentimentali, una con la truccatrice che poi uccise e una con un’altra donna, la quale però aveva deciso di lasciarlo. Era proprio l’estate di quell’anno quando l’uomo, che non accettava la fine della relazione, avrebbe iniziato a manifestare comportamenti aggressivi. Poi, a luglio, l’omicidio di Anna Costanzo. Lui fu subito ritenuto il principale sospettato. Fu arrestato il 13 novembre 2009 per l’omicidio.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui