BARI – Per la terza volta consecutiva il question time in Consiglio comunale (una giornata al mese dedicata alle interrogazioni dei consiglieri agli assessori e al sindaco) è andato deserto. La maggioranza non si è presentata in aula e l’opposizione l’ha accusata di negare la democrazia e il confronto.

\r\n

“Chiediamo a gran voce una modifica urgente del regolamento comunale – dichiarano i consiglieri Mimmo Di Paola (Impegno civile), Pasquale Finocchio e Irma Melini (Gruppo misto)- che permetta di ritornare alle “comunicazioni” in apertura di seduta ordinaria, invece che questo ammutinamento della democrazia attraverso la voluta mancanza del numero legale ai question time”.  “Decaro e la sua maggioranza dovrebbero restituire ai baresi i soldi spesi per questi consigli comunali deserti – aggiunge Fabio Romito di Conservatori e riformisti  – e dovrebbero vergognarsi. Alcuni consiglieri di maggioranza presenti al primo appello non si sono presentati al secondo, evidentemente richiamati all’ordine da Decaro per evitare un confronto di cui aveva timore”. Gridano alla vergogna anche i consiglieri Giuseppe Carrieri di Impegno civile, Michele Picaro di Area popolare e Filippo Melchiorre di Fratelli di Italia. “L’opposizione c’è mentre la maggioranza e la sua giunta latitano, come sempre”, aggiungono.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here