Cabtutela.it
acipocket.it

BARI – Il libro è stato presentato ieri, ma sta già facendo discutere e tremare il calcio italiano. “Ingiustizia sportiva. Lo strano caso del dr Palazzi e mister Conte”, scritto dal giornalista Sky Dario Nicolini ed edito da Informant (per ora disponibile solo in versione ebook), getta ombre anche sulla defunta As Bari e la sua vecchia dirigenza. Il cronista svela alcune presunte combine rimaste, sino ad oggi, sconosciute, tra queste anche un Chievo-Bari del primo giugno 2008 terminata 2 a 2, gara di serie B. Secondo quanto raccolto da Nicolini il risultato fu deciso a tavolino, a raccontarlo sarebbero stati due ex calciatori del Bari, l’attaccante bitontino, Vincenzo Santoruvo, e Massimo Ganci. All’epoca sulla panchina del Bari sedeva l’attuale ct della nazionale italiana Antonio Conte, mentre l’As Bari era ancora di proprietà della famiglia Matarrese. Cosa sarebbe accaduto quel primo giugno? Lo riporta il giornalista Sky nel suo libro: si giocava l’ultima partita del campionato cadetto e Antonio Matarrese, all’epoca presidente di Lega, avrebbe dovuto premiare la vincitrice. Al Chievo bastava un punto, secondo quanto rivelato dai due ex calciatori a Nicolini, Vincenzo Matarrese diede l’input ad allenatore e calciatori: niente scherzi, il Chievo deve alzare quella coppa. Secondo Santoruvo l’allenatore era ben consapevole della combine, tanto da prenderlo in giro alla fine del primo tempo con il Bari sotto 2-1. Nella ripresa arrivò il pari su rigore proprio di Santoruvo. Il cronista ha raccolto le testimonianze audio dei due ex calciatori biancorossi, ora si attende la controreplica di chi è stato tirato in ballo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui