Cabtutela.it
acipocket.it

BARI – “Quel campo di accoglienza non sarà per nulla provvisorio e ci chiediamo come possa essere possibile mettere a disposizione dei container da sei persone, con i bagni esterni, in un posto che era una discarica”. A parlare è Irma Melini, consigliera comunale indipendente (ex Forza Italia ora Gruppo misto), che punta il dito contro l’amministrazione in merito alla questione dei migranti dell’ex Set. “Sono state fatte tante promesse – spiega Melini – avevano detto che dovevano stare lì per un mese e mezzo, sono passati più di 450 giorni”. Melini inoltre ricorda lo stanziamento del Governo di un milione e 200 mila euro per allestire il nuovo campo di prima accoglienza in via Portoghese. “Innanzitutto l’area individuata era una discarica – continua – e se non fosse stato per noi del centrodestra i migranti sarebbero stati trasferiti senza alcuna pulizia della zona. E poi quei soldi sono stati stanziati per realizzare containter per 200 persone, ma da quello che sappiamo ne saranno trasferiti 70. Che giustificazione darà il Comune al Governo?”. Melini infine chiede come mai non si parla più della variante urbanistica necessaria per dare il via libera all’allestimento del campo in via Portoghese. “Evidentemente – conclude – c’è un problema politico alla base”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui