BARI – Sarà Bari ad ospitare l’ottava edizione delle gare nazionali di robotica “Robocup jr Italia”, in programma alla Fiera del Levante, dal 27 al 30 aprile. Centocinquanta squadre si sfideranno per quattro giorni  a colpi di rescue, theatre, dance e soccer, ospiti dell’Istituto “Japigia1 – Verga”,  prima al Sud ad aver organizzato RobocupJr Italia.\r\n\r\nL’evento barese è sostenuto da Comune, Regione Puglia, Camera di Commercio e aziende locali e nazionali. Per far fronte alle spese è stata attivata anche una piattaforma di crowdfunding.\r\n\r\n“L’amministrazione – ha esordito l’assessora all’Istruzione, Paola Romano – appoggia questa iniziativa con entusiasmo perché rappresenta una grande opportunità per Bari in quanto, avere in città millecinquecento ragazzi che si interessano di robotica e che la utilizzano non solo come metodo didattico, ma anche come veicolo di trasmissione delle conoscenze e possibilità di vivere la scuola come un’esperienza performante, apre orizzonti inimmaginabili per le giovani generazioni e per l’intera comunità. È la prima volta che una città del Mezzogiorno ospita un evento del genere, circostanza che ha richiesto un notevole impegno -prosegue Romano –  e una stretta collaborazione con Regione, Camera di Commercio, Ufficio scolastico regionale e con i privati che hanno aderito all’invito. Il prossimo obiettivo è di rendere l’intera Puglia un polo avanzato della robotica educativa”.\r\n\r\n“Questa iniziativa – ha dichiarato  l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone – dimostra che la Regione ha deciso da tempo di investire seriamente sull’innovazione. Nel caso specifico, RobocupJr riunisce diverse competenze in una democrazia nuova, nel segno della conoscenza di nuovi codici e di nuove modalità di apprendimento che migliorano notevolmente l’approccio alla tecnologia”.\r\n\r\nAlla conferenza di presentazione dell’evento, hanno partecipato anche Anna Cammalleri, direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Angela Partipilo, segretario generale della Camera di Commercio e i dirigenti della Japigia – Verga, Patrizia Rossini, e della Galileo Ferraris di Vercelli, Giovanni Marciano. “La scuola Verga – ha ricordato la dirigente Patrizia Rossini – è impegnata nella robotica ormai da cinque anni: abbiamo iniziato quasi per scherzo quando, alcuni anni fa a Napoli, fui invitata a presentare un progetto di e-learning da noi realizzato. Da allora non ci siamo più fermati, nonostante la carenza di fondi che ci ha spinto a chiedere aiuto al territorio. La nostra perseveranza è stata premiata, il nostro progetto è stato approvato dal Ministero, e adesso siamo qui”.

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here