Cabtutela.it

Consigliere Domenico Damascelli (Forza Italia), cosa succede nella sanità in provincia di Bari e in Puglia?

\r\n

“Sulla sanità non si scherza. Quando in gioco sono le politiche che riguardano la salute dei nostri concittadini, massima e sempre all’erta dev’essere l’attenzione delle istituzioni”.

\r\n

Perché ha presentato una interrogazione in consiglio regionale?

\r\n

“Per avere lumi sulle verifiche dei curricula dei dirigenti dell’Asl Bari”.

\r\n

C’è un evento scatenante? 

\r\n

“Partendo da un caso che si è verificato nell’ospedale di Corato, chiedevo controlli e verifiche per tutti gli incarichi affidati dall’azienda barese”.

\r\n

Ci sono i primi riscontri? 

\r\n

“Ad oggi non risultano ancora atti concreti e dettagliati in merito alla totalità delle nomine ed ho ritenuto di presentare una nuova  interrogazione, auspicando che si esca presto da un silenzio che non concorre a soddisfare il principio di trasparenza nel settore pubblico. Le responsabilità della politica sono grandi”.

\r\n

Come avviene la determinazione degli incarichi? 

\r\n

“La legge non consente interpretazioni di comodo. Il DPR 445/2000, ad esempio, è molto chiaro e oggettivo. Ai fini di prova selettiva per ‘progressioni di carriera’, anche se i candidati possono autocertificare l’attività di servizio svolta, oltre che il proprio rispettivo curriculum, la Pubblica Amministrazione (art. 71) ha l’obbligo e il dovere di controllare la veridicità delle autodichiarazioni conferite dai candidati.  In caso di falsità, scatta la decadenza dall’incarico. Nonostante tali riferimenti normativi a tutela del principio di trasparenza, perché proprio ai quesiti in cui chiedevo se fossero stati rispettati i criteri stabiliti dalla Legge per gli incarichi dirigenziali delle Asl pugliesi non è stata data risposta?”.

\r\n

Le prossime iniziative?

\r\n

“Non c’è tempo da perdere.  Ritengo improcrastinabile che la Giunta regionale attivi ogni iniziativa per svolgere i controlli. Si tratta di ruoli delicati e di responsabilità e per questo è necessaria la massima limpidezza, da parte della politica, a garanzia della salute dei cittadini e dei principi di equità e meritocrazia.  Su queste tematiche, però, urge la collaborazione di tutti, a partire dalla parte sana della società. Sono pronto ad ascoltare segnalazioni su episodi ambigui o poco trasparenti e chiari in merito alla selezione del personale afferente alle nostre Asl di Puglia”.

\r\n

Ha avuto segnalazioni di altre anomalie?

\r\n

“Basterebbe fare un riscontro verificando la discordanza tra il personale giuridicamente in organico nelle varie unità operative e quello che, invece, pur non essendo in organico, si trova magicamente in servizio presso l’unità cui non è assegnato, perché appartenente ad altri reparti o, addirittura, ad altri ospedali. Il trucco c’è, ma non si vede”.

\r\n

Addirittura un “trucco”?

\r\n

“Utilizzano l’escamotage delle assegnazioni temporanee giustificate da urgenze (spesso addirittura soltanto presunte) che, però, permangono volontariamente nel tempo per agevolare gli amici degli amici a discapito e a svantaggio di chi, per meriti, è titolato a riscoprire quel ruolo. Chiediamo trasparenza”.

\r\n

Come proseguirà l’impegno su questo tema?

\r\n

“Sono a disposizione e chi vuole potrà contattarmi alla mia email  – per fissare un incontro e ascoltare i cittadini pugliesi che chiedono un sanità trasparente”.

\r\n

@waldganger2000


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui