La “Zanzara” punge tifosi e preannuncia una partita gagliarda a Brescia. Giuseppe De Luca, titolare al Rigamonti, ha così spiegato le sue motivazioni in vista dello sprint finale verso i play off del Bari.

\r\n

La risposta alle critiche

\r\n

“Sono al cento per cento. Non mi interessa più di tanto quello che dice la gente. Sono andato a curarmi lontano da Bari perché avevo questo problema (la pubalgia, ndr) e non lo sapeva nessuno. Avevo paura della contestazione? No. Non c’è la facevo più e ho preferito fermarmi. Quello che è stato detto sono stro…, fesserie. Gli insulti di quattro persone non cambiano nulla. Chi mi è stato vicino nei momenti difficili sa come stanno le cose”.

\r\n

L’astinenza e il gol da cercare

\r\n

“Sono contento di essere rientrato dopo un momento non bellissimo personalmente. Ora sono al cento per cento. Bisogna far gol per portare a casa il risultato a Brescia. Chi segna non importa. Conta battere un avversario che non ci regalerà nulla”.\r\n”Spero di segnare, mi manca il gol, eguaglierei il mio record di realizzazioni. Soffro e spero di sbloccarmi. Vorrei arrivare in doppia cifra. Giocherò con Puscas che ha qualità e talento. Noi faremo una partita all’attacco”.

\r\n

I play off ormai prossimi

\r\n

“Ci aspettano tutte finali. Dopo Brescia al San Nicola il Trapani. Sentiamo la responsabilità e abbiamo le motivazioni giuste per far bene e realizzare l’obiettivo che ci siamo prefissi e non dico perché sono scaramantico”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here