Policlinico, ore 10. Come ogni giorno decine di pazienti, medici e infermieri passeggiano sui vialoni del complesso ospedaliero. Qualcuno, entrato con la propria macchina senza permesso, riesce a trovare posto vicino ai marciapiedi che costeggiano l’ingresso dei reparti.\r\n\r\nQualcun altro invece lascia la propria macchina in doppia fila o in spazi vietati. Alcune auto addirittura vengono parcheggiate davanti agli ingressi riservati al passaggio delle ambulanze e rimangono al centro della strada per ore.\r\n\r\n

\r\n\r\nE neanche per coloro che decidono di riposarsi all’esterno degli edifici che ospitano i reparti ospedalieri c’è pace. Può capitare, infatti, che qualcuno lasci la propria autovettura proprio lì davanti, rendendo difficile l’accesso persino alle panchine.\r\n\r\nDa diverso tempo il Policlinico sta cercando di eliminare le auto  all’interno del complesso ospedaliero, senza successo. Due anni fa era stato rilasciato dalla dirigenza un documento in cui venivano spiegate le regole di accesso per ogni ingresso. “L’accesso da viale Ennio  – si legge – è di esclusiva pertinenza dei Pronto soccorso centrale, Cardiologico, Ginecologico, Oculistico”. C’è poi l’ingresso di via Albanese, a cui i pazienti possono accedere “con le autorizzazioni rilasciate dalle Unità operative di pertinenza”. Eppure chi entra all’interno del Policlinico difficilmente trova un angolo in cui non ci sia parcheggiata una macchina e, anzi, capita che chi si muove in carrozzina deve fare lo slalom tra le auto in sosta vicino agli accessi per disabili o sulle strisce.\r\n\r\nE’ questa la situazione che Borderline24 ha registrato oggi, in un normale lunedì lavorativo: tante macchine in doppia fila – o parcheggiate in divieto – e nessuna multa o rimozione. La domanda ora è: quando partiranno davvero i controlli?

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here