BARI – Pellè contro Ibrahimovic. Sarà una sfida tra giganti quella di domani, da una parte il centravanti salentino e dall’altra il campione del Paris St. Germain. Per carità, non vogliamo fare paragoni azzardati, il centravanti svedese è un fuoriclasse assoluto, tra i migliori nel suo ruolo in Europa e non solo, mentre l’attaccante pugliese ha buoni doti tecniche e agonistiche ma non è certamente al livello dell’ex Juve, Inter e Milan.

\r\n

Però, al momento, nella classifica dei marcatori di Euro2016 Pellè può vantare già un gol all’attivo, Ibra no. E poi Pellè ha alle spalle una squadra che lo sostiene e lo mette nelle condizioni di esprimersi al meglio, la Svezia, invece, più di qualche limite lo ha evidenziato e, soprattutto, non ha individualità capaci di mettere in condizioni Ibrahimovich di innescare la sua classe. Chi la spunterà? I centimetri del salentino o la potenza e le qualità dello svedese. Di certo c’è che Italia-Svezia potrebbe essere già decisiva per la nazionale azzurra, con una vittoria la qualificazione è certa

\r\n

Curiosità: domani ci sarà un altro pugliese a scendere in campo tra gli azzurri. Non potrà dare il suo contributo diretto alla causa azzurra, ma siamo sicuri che per lui sarà una emozioni unica: stiamo parlando del piccolo Gianpaolo Pierri, 9 anni di Tuturano, che a Tolosa accompagnerà Buffon e compagni durante la fase di ingresso in campo. Il piccolo pugliese, infatti, è tra i 5 vincitori del concorso organizzato da McDonald’s Italia, “In campo con i campioni”, grazie al quale 5 bambini, tra i 6 e i 10 anni, potranno accompagnare in campo i campioni delle nazionali.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here