Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

BARI  Parola chiave: sensibilizzazione. E’ questa per il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e per il sindaco di Bari Antonio Decaro la ricetta per ridurre gli incidenti stradali in Puglia. Il fenomeno è in preoccupante crescita, tante giovani vite si sono interrotte brutalmente negli ultimi 20 giorni. Borderline 24 – Il giornale di Bari ha chiesto ai due politici come pensando di intervenire ognuno nel proprio ruolo.\r\n\r\nEmiliano: “E’ anche colpa delle strutture stradali”\r\n\r\n”Noi abbiamo fatto con la fondazione Ciao Vinny un’esperienza bellissima – spiega il presidente Michele Emiliano – nella città di Bari e nell’area della Città Metropolitana. Nel resto della Puglia purtroppo siamo ancora un po’ indietro, dobbiamo lavorare moltissimo sulla prevenzione. Non possiamo però legarla solo alle condotte individuali, c’è anche un problema di strutture stradali, di sicurezza nella progettazione delle strade, ma il nostro atteggiamento è fondamentale”.\r\n\r\nPer il governatore infatti la macchina è uno strumento pericoloso “anche se portata nei limiti di velocità, ecco perché è necessario prestare la massima attenzione e non mettersi alla guida se si ha bevuto, si è stanchi o sotto l’effetto di medicinali e sostanze stupefacenti”.\r\n\r\nDecaro: “A settembre una campagna per la sostituzione dei caschi”\r\n\r\nPunta forte sulla prevenzione anche il sindaco di Bari. “Stiamo dando un segnale forte da un lato attraverso i controlli e la formazione nelle scuole e dall’altro ammodernando le strutture stradali con rotatorie e allargamenti dei marciapiedi. Questo però non basta e pensiamo in futuro con Ciao Vinny e le altre associazioni che si occupano di sicurezza stradale di fare una campagna di sensibilizzazione per invogliare i cittadini a non eccedere con la velocità alla guida e a non bere prima di mettersi al volante di un’auto”.\r\n\r\nL’amministrazione comunale ha anche in programma a settembre una campagna di formazione per la sostituzione dei caschi. “Il casco – spiega Decaro – deve essere omologato e molte delle persone che hanno perso la vita negli ultimi anni ne utilizzavano una versione non a norma. La campagna di settembre ci aiuterà a sostituirli e a salvaguardare così i motociclisti”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui