Cabtutela.it

È stato inaugurata con un vernissage ieri sera la mostra intitolata “Giorgio de Chirico – ritorno al castello” nel Castello di Conversano. L’esibizione, che è stata aperta al pubblico lo scorso 10 luglio, presenta 50 opere (40 dipinti e 10 litografie) del pittore avanguardista. Durante il vernissage sono intervenuti Paolo Picozza, presidente della fondazione Giorgio e Isa de Chirico, Giuseppe Lovascio, sindaco di Conversano, Rosella Santoro, direttrice artistica del festival Il Libro Possibile, Katherine Robinson, curatrice della mostra, e Paola D’Onghia, sottosegretario del Ministero dell’Istruzione.\r\n\r\n”Questa esposizione – ha spiegato la Robinson ai microfoni di Borderline24 – racconta l’evoluzione pittorica dell’artista. De Chirico è passato da rappresentare quadri in stile barocco a quelli metafisici. E in mostra a Conversano ci sono tele che uniscono i due stili, per far capire quantoil pittore amasse le contaminazioni”.\r\n\r\n”Giorgio de Chirico – ha dichiarato durante la presentazione il sottosegretario D’Onghia – è uno di quegli artisti che gli stranieri ci invidiano. Lavoreremo attivamente con gli Enti locali affinché tutte le scuola portino a visitare questa mostra stupenda”.\r\n\r\nLa mostra, che sarà aperta al pubblico fino al primo novembre, è stata organizzata dal festival “Il Libro Possibile” di Polignano a Mare in collaborazione con l’associazione culturale Artes, la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico e il Comune di Conversano.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui