Cabtutela.it
acipocket.it

Un’ordinanza per imporre all’Acquedotto pugliese almeno cinque interventi di deblattizzazione all’anno. E a tutti gli amministratori di condominio e proprietari di immobili, come bar e ristoranti, la comunicazione dell’avvenuto intervento di deblattizzazione e la relativa certificazione. A chi non lo farà una multa di cinquecento euro.  E’ questo è il piano  adottato dal Comune di Bari per far rientrare l’emergenza blatte che, negli ultimi mesi, sembra aver interessato quasi tutta la città, con decine di segnalazioni inviate quotidianamente dai cittadini all’amministrazione comunale.\r\n\r\nDecaro: “Aqp deve effettuare almeno cinque interventi di deblattizzazione all’anno”\r\n\r\n“All’Acquedotto pugliese ho ordinato, in qualità di soggetto gestore della fognatura cittadina – ha detto il sindaco di Bari Antonio Decaro, intervenuto questa mattina, 22 luglio, in conferenza stampa al Comune – di provvedere con urgenza ad interventi di deblattizzazione sulla rete fognaria di loro competenza. Almeno cinque volte all’anno, tre delle quali nei periodi estivi e quindi a partire da aprile fino ad ottobre. Questa è la stessa procedura che segue il Comune. Attraverso i nostri interventi sulla rete fognaria, alcuni dei quali straordinari, ci siamo accorti che molte blatte provengono dai tubi di competenza dell’Acquedotto pugliese.  E non da quelli gestiti dal Comune. Ecco i motivi dell’ordinanza. La rete complessiva della fogna nella nostra città è di 592 chilometri, 422 dei quali sono di competenza di Aqp, come la rete di fogna nera e mista. Il Comune ha competenza solo di 122 chilometri che riguardano la rete di fogna bianca”.\r\n\r\nGli obblighi dei proprietari di immobili e gestori di locali \r\n\r\n“Ho ordinato, inoltre – prosegue Decaro – agli amministratori di condominio e ai proprietari di immobili, in particolare a quelli che gestiscono attività di ristorazione e bar, di comunicare alla e-mail del comune noblatta@comune.bari.it l’avvenuto intervento di deblattizzazione, attraverso una certificazione dell’intervento effettuato sulle reti fognarie e sulle fosse secche e condominiali, oltre alle griglie di raccolta delle acque comuni di pertinenza dei singoli condomini, rilasciate da ditte specializzate. Non ci accontentiamo più di andare a fare le ispezioni, vogliamo sapere chi e quando è stato fatto l’intervento. In questo modo i vigili urbani e l’Asl potranno effettuare  controlli e sopralluoghi in maniera più specifica, nel caso di segnalazione per la presenza di blatte. Il problema è che, a volte, il mancato intervento di deblattizzazione interessa tubature private di un condominio, sulle quali non possiamo intervenire senza un riscontro effettivo. Spero che in questo modo si risolva il problema”. Il sindaco Decaro non ha escluso che in futuro gli interventi di deblattizzazione possano essere gestiti interamente dall’Amiu su tutta la rete fognaria.\r\n\r\n

\r\n\r\n \r\n\r\nPetruzzelli: “Il Comune ha fatto la sua parte con 2400 interventi” \r\n\r\n“Nelle mappe la rete colorata di rosso è di competenza dell’Acquedotto pugliese. Ci sono interi quartieri come Murat, Libertà e Madonnella interamente di competenza di Aqp – ha spiegato Pietro Petruzzelli, assessore all’Ambiente –  dal primo maggio ad oggi, nei tre mesi più critici, l’Amiu ha effettuato complessivamente oltre 2400 interventi di deblattizzazione, 1800 programmati, secondo quanto previsto dall’azienda e verificabile sul sito, ha evaso 464 segnalazioni telefoniche, 120 richieste dei cittadini sui social e oltre 100 inoltrate tramite il sito web aziendale. Questa è la dimostrazione che noi facciamo la nostra parte”.\r\n\r\nCome contattare l’Acquedotto pugliese\r\n\r\nIl numero verde per contattare l’Acquedotto pugliese per segnalare la presenza di blatte nella rete fognaria di loro competenza è 800085853.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui