Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

La corsa del Bari verso l’alta quota registra una frenata a Chiavari. L’Entella vince 2-0 e costringe Floro Flores e compagni ad un bagno di umiltà. La difesa ha offerto una prestazione a tratti imbarazzante. Doveva essere una partita nella quale mostrare personalità, invece è stata la fiera delle vanità con i liguri cinici e spietati nello sfruttare le lacune pugliesi.

Oltre al flop della retroguardia, sono venute meno anche le idee, con il centrocampo poco propositivo (Macek sotto tono), mentre Galano e Parigini non hanno mai sostenuto a dovere Floro Flores, costretto ad arretrare alla ricerca di palloni giocabili. Nulla è compromesso nella corsa play off per il Bari (si interrompe la serie utile che durava da cinque giornate), ma in trasferta si è avuta la sensazione di rivedere la squadra di inizio campionato.

La chiave tattica: approccio fragile del Bari 

Pronti via e il Bari è costretto a difendersi. Caputo, Ammari e Catellani sembrano imprendibili. L’ex capitano biancorosso addormenta Moras con un tacco nell’azione del vantaggio firmata da Ammari. Il Bari non mostra mai di poter imporre il proprio gioco, sempre asfittico e poco dinamico sulle fasce. Troiano è il sultano del centrocampo e costringe Basha e compagni a inseguire. L’attenuante del terreno di gioco sintetico regge poco.

Punto di forza: la squadra ha lottato ma aveva poche soluzioni per far male

Il Bari ha lottato, ma non con la necessaria cattiveria agonistica. Non ha mai mollato e i giocatori subentrati nella ripresa – Furlan, Raicevic e Maniero – hanno provato invano a dare slancio ad un complesso inceppato e senza lucidità.

Punto debole: difesa rinnovata e distratta. Gli errori costano caro

Senza Tonucci, Morleo e Capradossi (acciaccati) la difesa del Bari ha perso brillantezza e velocità. Le due reti sono il risultato di errori individuali e di  leggerezze che – in uno scontro diretto – costano caro. Moras, Cassano e Suagher non hanno mai convinto. Tre innesti in un reparto che ha avuto tante vicissitudini negative finora, sono, evidentemente, troppi.

La curiosità: il Bari gioca in casa grazie ai 500 ultras

Gli unici a vincere nel sabato ligure sono i 500 ultras biancorossi: hanno fatto sentire il proprio sostegno tutti i 90’, per Floro Flores e compagni è stato come giocare al San Nicola. Ma non è bastato per riprendere una gara nata male…


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui